Avo, al via il corso gratuito di formazione per volontari ospedalieri

L’associazione rilancia la sua proposta di impegno civile nel Grande Ospedale Metropolitano. Il corso avrà inizio lunedì 14 ottobre e si concluderà il 9 dicembre

I volontari Avo di Reggio

L’associazione volontari ospedalieri Avo, attiva a Reggio Calabria dal 1987, rilancia la sua proposta di impegno civile nel Grande Ospedale Metropolitano. Si rinnova l’invito a praticare la solidarietà nell’unica dimensione autentica, ossia quella della gratuità.

La proposta dell’Avo non muta nel tempo poiché resta sempre fedele ai suoi valori di umiltà e gratuità ed è testimoniata da volontari e volontarie che silenziosamente e discretamente da oltre trent’anni sono presenti nelle corsie degli Ospedali Riuniti, e ormai anche del Morelli, accanto alle persone sofferenti e alle loro famiglie.

Anche quest’anno torna l'annuale appuntamento con il corso di formazione gratuito per aspiranti volontari ospedalieri. L’inizio è programmato per lunedì 14 ottobre, alle ore 15.30, presso l’UniTre di Reggio Calabria, di via Willermin. In occasione del primo incontro dal titolo "Il volontariato e l’Avo: le motivazioni della scelta", la presidente dell’Avo regionale Angela Cundari e la presidente della sezione reggina Roberta Zehender presenteranno l’associazione e le finalità del corso che si protrarrà fino al prossimo 9 dicembre, con cadenza settimanale.

"Siamo pronti anche quest’anno - dichiara Roberta Zehender - per rivolgere il nostro invito a persone di buona volontà che intendano condividere questo cammino di solidarietà e comprendere, in prima persona, come la scelta di praticare attivamente la cittadinanza solidale accanto a chi soffre in ospedale possa tramutarsi in una meravigliosa esperienza di amore al fianco delle persone ricoverate".

"Ci rivolgiamo soprattutto ai giovani affinché crescano anche all’interno della nostra associazione, consentendo altresì all’Avo di non disperdere il contributo reso in questi anni all'ospedale reggino e alla città di Reggio Calabria. Siamo profondamente convinti che lo spirito di servizio che da sempre rappresenta uno dei tratti peculiari del volontariato Avo costituisca un patrimonio valoriale prezioso per il nostro territorio.

Desideriamo preservare questo patrimonio di valori ed esperienze affinché possa alimentare il tessuto sociale della nostra comunità anche e soprattutto dentro l'ospedale; ma perché ciò avvenga abbiamo bisogno del contributo di un numero sempre crescente di cittadine e cittadini autenticamente motivati e guidati in questa scelta da uno spirito di gratuità e responsabilità", continua la presidente Roberta Zehender.

Il corso sarà scandito anche dagli interventi della vice presidente dell'Avo reggina Emma Braidotti, del canonico del capitolo metropolitano dell’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova monsignor Antonio Iachino e dello psicologo Franco Cernuto. In rappresentanza del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria interverranno il caposala del blocco operatorio Alfredo Verdino e il collega Lorenzo Malaspina, il responsabile dei servizi sociali Giovanni Turiano, la dirigente medica dell’Unità operativa di malattie infettive Maria Polimeni e il funzionario della Direzione sanitaria del Gom Domenico Marino.

Per l’Avo Giovani condividerà la sua esperienza Luisa Continolo, anche autrice e interprete della canzone "Il sogno Avo", adottata come inno nazionale dell’associazione. Al termine del corso, gli aspiranti volontari sosterranno un colloquio dopo il quale inizieranno il tirocinio in ospedale, affiancati da volontari con esperienza.

L’Avo è un’associazione aperta a tutti ed opera senza scopo di lucro, esclusivamente per fini di solidarietà e con amore e gratuità, ininterrottamente ormai da oltre trent'anni presso l'ospedale reggino e oggi in entrambi i presidi (Riuniti e Morelli) del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria. Il nosocomio reggino è uno dei 500 ospedali italiani in cui è presente; qui i volontari prestano servizio in nove reparti (medicina, chirurgia vascolare, cardiologia, urologia, pediatria, emodialisi, malattie infettive, ortopedia, neurochirurgia) nelle ore pomeridiane e, con attività di accoglienza nelle ore antimeridiane, in sette reparti (nefrologia, urologia, pediatria, medicina, chirurgia vascolare, malattie infettive, ortopedia).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Avo ha diverse sedi in Calabria; con Reggio Calabria annoveriamo anche Siderno, Lamezia Terme, Mormanno, Castrovillari, Corigliano, Cassano, Cariati, Rossano, Vibo Valentia, Sibari, Cosenza, Crotone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • Fase 3, obbligo di registrazione per chi arriva in Calabria: nuova ordinanza della Santelli

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Covid e Fase 2, che cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno 2020: ecco tutte le novità

  • "Biciclette vietate sul lungomare Falcomatà", Zimbalatti: "Sanzioni per i trasgressori"

  • Il "signor Milano" e il rapporto privilegiato con i Carabinieri del rione Modena

Torna su
ReggioToday è in caricamento