PalaCalafiore pronto ad accogliere Mika, Latella: "Palinsesti di primissimo livello"

Il consigliere comunale delegato a sport e grandi eventi ha commentato l'arrivo in città del cantante libanese, naturalizzato britannico. Appuntamento al prossimo sabato

Il cantante Mika

L'attenzione, la curiosità e la passione degli italiani è al momento rivolta al grande Festival di Sanremo. La 70^ edizione dell'evento dedicato alla grande musica del Bel Paese riserva sempre grande intrattenimento e una serie corposa di ospiti degni di nota tra cui Mika, questa sera ospite d'onore alla rassegna dell'Ariston. Il noto cantante sarà, però, protagonista anche a Reggio Calabria.

 Il prossimo sabato, 8 febbraio, il PalaCalafiore accoglierà la voce libanese naturalizzata britannica, confermando ancora una volta la capacità cittadina di "ospitare i migliori performer ed artisti nel panorama musicale nazionale ed internazionale", come sottolineato dal consigliere comunale delegato a sport e grandi eventi Giovanni Latella.

Latella Giovanni-2L'esponente comunale (in foto), presentando l'evento, ha così descritto il lavoro "messo in campo, in questi cinque anni, dall’amministrazione comunale che ha puntato fortemente a rilanciare l’immagine della città dimostrando capacità di lettura ed interpretazione delle tendenze musicali del momento. I fari puntati su Mika sono soltanto un ulteriore conferma sulla capacità dell’Ente nell’intrattenere ottimi rapporti con i promoter più influenti."

"Pur dovendo affrontare le criticità e le difficoltà economiche dell’Ente – ribadisce ancora Latella – non abbiamo mai perso smalto e fiducia, riuscendo a garantire, ad ogni circostanza, cartelloni ed eventi di altissima qualità. Ma è soprattutto l’impegno dedicato alla riapertura del PalaCalafiore che c’ha consentito di allestire palinsesti di primissimo livello, rilanciando la struttura fra le sedi più suggestive e imponenti del Mezzogiorno d’Italia."

"Se Mika sarà il protagonista assoluto di questo week-end, le luci si riaccenderanno sul palco di Pentimele - rivela il consigliere - già il prossimo 8 marzo col concerto dei Modà, un’altra delle realtà musicali più importanti del Paese. Sempre marzo sarà il mese dedicato al musical con la Divina Commedia, in programma dal 12 al 14. Ad aprile, esattamente il 4, toccherà al Brunori Sas che, col suo ultimo album “Cip”, è stato in testa alle classifiche di vendita per ben tre settimane e, adesso, si attesta al quarto posto dopo J-Ax, il rapper The Supreme e Marracash. Dalla musica leggera a quella impegnata, dagli artisti folk alle stelle interazionali, dalla commedia al musical, Reggio riesce, quindi, ad intercettare e andare incontro anche ai gusti del cittadino più attento ed esigente."

"Ecco spiegata – sottolinea Latella – l’importanza di poter dotare il territorio di impianti capaci di ospitare show di valore assoluto. Rimettendo nel circuito del panorama musicale il nostro PalaCalafiore, siamo riusciti ad offrire alla città opportunità che non sono esclusivamente di svago, ma che sono destinate a far conoscere ed inserire Reggio nel perimetro dei maggiori promoter che tengono salde le redini dell’intrattenimento globale. Una sfida avvincente e che ci proietta al domani."

"Un lavoro, quello dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà - conclude il consigliere - costante e ad ampio respiro e che, presto, offrirà nuovi luoghi e spazi dove seminare cultura per far crescere speranza. E’ questo lo spirito con il quale il governo cittadino si appresta a ridare vigore anche all’Arena Lido ed al Teatro di Gallico, due strutture che coniugano passato e futuro per costruire storie ed esperienze da poter raccontare."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' il giorno del dolore, lacrime e applausi al funerale di Carlo: "Ha amato la vita fino all'ultimo"

  • Rissa al Burger King sul corso Garibaldi, calci e pugni tra i tavolini dell'ex teatro Siracusa

  • Scacco alla potente 'ndrina degli Alvaro, arrestati boss e politici: i nomi

  • Creazzo e la moglie nei carabinieri: "All'inizio Rambo e lei non pareggiavano"

  • La massoneria deviata era la "lavanderia" dei profitti illeciti della cosca Alvaro

  • L'impresa non è mafiosa, restituiti beni mobili e immobili sequestrati al proprietario

Torna su
ReggioToday è in caricamento