Spaccio di stupefacenti e furto di energia elettrica: due persone in manette

I carabinieri hanno effettuato un controllo straordinario nei comuni di Melicucco e Maropati. Numerosi i posti di blocco e le perquisizioni sul territorio

Controllo straordinario dei carabinieri di Gioia Tauro, col supporto dello squadrone eliportato Cacciatori Calabria e del Nucleo cinofili di Vibo Valentia nei comuni di Melicucco e Maropati.

Nel corso del servizio, i militari hanno svolto numerosi posti di controllo nelle principali arterie stradali della zona, effettuando perquisizioni personali, veicolari e domiciliari nelle aree ritenute maggiormente sensibili. In questo contesto operativo, gli uomini dell'Arma di Melicucco,  hanno arrestato, in flagranza di reato, Antonio Varone 56enne, pregiudicato del luogo, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo una perquisizione domiciliare effettuata in un immobile di proprietà dell'uomo i militari hanno rinvenuto, occultata tra oggetti e suppellettili vari, una busta in cellophane contenente circa 300 grammi di marijuana, già essiccata ed in buono stato di conservazione.

A Trinanti, frazione del comune di Maropati, invece, i carabinieri di Feroleto della Chiesa hanno arrestato in flagranza di reato,
Rocco Bruzzese, 45enne, del luogo con precedenti di polizia, accusato di furto aggravato. Nel corso di un controllo i militari hanno accertato che l’uomo, reiterando una condotta già tenuta in precedenti controlli, aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete di distribuzione dell’energia elettrica al fine di alimentare la sua abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambi gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Palmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

Torna su
ReggioToday è in caricamento