"La situazione a Villa va risolta subito a livello politico": l'appello del sindaco Falcomatà |VIDEO

Il primo cittadino metropolitano, inoltre, analizza il bilancio del bollettino dei contagiati del Gom e dopo il grazie a reggini esorta a "Non abbassare la guardia"

 

Video messaggio del sidaco Giuseppe Falcomatà che informa i cittadini che la situazione degli attraversamenti a Villa San Giovanni è molto seria. Il sindaco esprime una serie di considerazioni.

Questa situazione - afferma Falcomatà - è la conseguenza della riduzione dei traghetti sulle due sponde dello Stretto e noi come Città metropolitana abbiamo denunciato già da qualche giorno, paventando questo rischio, ho scritto sia al presidente Musumeci, sia al ministro De Micheli chiedendo di rivedere questa decisione che pregiudica il trasporto di tanti pendolari, medici, rappresentanti delle forze dell'ordine che, soprattutto, in questa fase lavorano per la nostra salute e la nostra sicurezza". 

Quanto sta accadendo continua il primo cittadino "è la fotografia del fallimento del rispetto dei decreti governativi e delle ordinazne regionali. Se tantissime persone sono partite dal Nord Italia o addirittura da alcuni paesi esteri e sono arrivate a Villa è evidente che i controlli sono saltati. Non ci sono stati controlli a monte e quindi non è stato attivato il rispetto dei decreti governativi e delle ordinanze regionali.

Questa situazione va a discapito dei sindaci e va a discapito dei cittadini che, con tantissimi sacrifici, stanno rispettando le regole. I sindaci in questa fase non possono essere lasciati da soli ed i cittadini hanno bisogno di sentire la presenza dello Stato. I sindaci oggi sono l'anello più debole, ma allo stesso tenpo più importante". 

La situazione va risolta a livello politico

Falcomatà è perentorio: "La situazione a Villa va risolta e va risolta subito. Ho sentio il vice sindaco la situazione è molto preoccupante. Abbbiamo dato la nostra disponibilità come Città metropolitana. Ancora adesso ci sono nel piazzale tantisime persone ferme, ci sono anche bambini. Non si può continuare in questo modo perchè tanta gente crea assembramenti nella città di Villa e questo aumenta il rischio di contagio sul nostro territorio.

E' una cosa che non possiamo permetterci. Prefettura e Questura stanno lavorando in questo senso, ma la situazione va risolta a livello politico, è fondamentale che i presidenti Santelli e Musumeci si mettano in contatto e risolvano il prima possibile questa impasse. 

Cià che sta accadendo rende ancora più urgente e importante che le due Città metropolitane dello Stretto lavorino insieme per strategie comuni di sviuppo e in questo momento per strategie di controlli del territorio e monitoraggio dei flussi sulle due sponde dello Stretto".

I dati dei contagi

"Anche ieri il bollettino del Gom ci dà fiducia e ci conforta. Soltanto tre nuovi contagi. Ma non abbassiamo la guardia, perchè questi dati potrebbero non essere del tutto veritieri. Sappiamo che gran parte delle persone infette da coronavirus è asintomatico,  sappiamo che ad oggi non si effettuano tamponi nei confronti degli asintomatici. Quindi adesso la battaglia che dobbiamo portare avanti  è quello di aumentare i tamponi nei confronti di tutti i calabresi.

Aumentare risorse uomini e mezzi che consentano di effettuare tamponi alle persone più esposte, penso ai lavoratori, alla catena agroalimentare, ai cassieri dei supermercati. Vanno aumentati i tamponi a stretto contatto con chi poi è risultato essere positivo al coronavirus. La nostra partita si gioca sulla base della prevenzione e su numeri reali che possiamo avere soltanto se aumenta la platea delle persone che pososno effettuare il tampone".

Con il ringraziamento ai cittadini per come stanno rispettando le regole, il primo cittadino ha esortato "non molliamo adesso e sono convinto che torneremo ad abbracciarci presto". 


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento