Coronavirus, il sindaco Falcomatà chiede i tamponi per tutti i cittadini calabresi

Per il primo cittadino di Reggio Calabria sarebbe solo questo il metodo per verificare l'effettiva curva dei contagi su tutto il territorio della regione ed evitare una escalation di contaminazioni da covid-19

Giuseppe Falcomatà

“Bisogna effettuare i tamponi su tutti i calabresi, con precedenza alle persone più esposte al contagio da Coronavirus. Solo così potremo avere numeri reali sulla diffusione del virus e prendere contromisure calibrate ad una sua possibile espansione”. E’ l’appello del sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà che chiede “più risorse, mezzi e uomini per fronteggiare l’emergenza attraverso uno screening preciso ed allargato ad una platea quanto più vasta possibile”. 

Ultimi dati confortanti

“Confortano gli ultimi dati forniti dal Grande ospedale metropolitano – ha detto il sindaco – con la diminuzione delle persone risultate positive al Coronavirus. E’ un buon segnale, ma il dato potrebbe anche trarci in inganno. Il periodo di incubazione, infatti, è lungo ed il più del volte con effetti asintomatici”.

Contagi che potrebbero crescere

Rispetto ai risultati dei test, i contagi potrebbero essere maggiori, anche perché non viene eseguito alcun controllo specifico sui soggetti asintomatici pur essendo entrati in contattato con persone risultate affette o coinvolte in situazioni particolarmente rischiose e complesse. “Ecco perché - dice ancora il sindaco - il tampone deve essere eseguito su ogni cittadino, partendo dalle persone più esposte al contagio come i lavoratori, gli operatori del settore agroalimentare o il personale addetto alle casse nei supermercati soltanto per fare qualche esempio".

Si vince con la prevenzione

“La partita si gioca e si vince sul campo della prevenzione”, ha ribadito Falcomatà, sottolineando: “la necessità di aumentare i tamponi per quanti ne fanno richiesta e, in maniera particolare, per chi è stato a stretto contatto con qualcuno risultato positivo avendo avuto, però, la sola limitazione della quarantena obbligatoria riscontrata l’assenza di sintomi da possibile contagio. Così, è evidente, i numeri rischiano di non tornare. Servono dati dettagliati che tali possono essere solo con un campionamento ampio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non è il momento di mollare"

“Nella piena consapevolezza della difficoltà della situazione – ha concluso il sindaco Giuseppe Falcomatà – l’occasione mi sia utile per ringraziare tutti i reggini per come stanno affrontando l’emergenza nel rispetto rigoroso delle regole e dei divieti imposti. Adesso non è il momento di mollare. Presto torneremo ad abbracciarci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19 e buoni spesa, on line l'avviso: ecco tutte le info per presentare la domanda

  • La lotta al coronavirus nel tunnel della terapia intensiva, dove non tutto è perduto

  • Covid-19, il partigiano Malerba invia video messaggio al Colle e Mattarella lo chiama

  • La governatrice Jole Santelli proroga la "zona rossa" per Montebello e Melito al 12 aprile

  • Covid-19, in Calabria salgono a 614 i positivi: ad oggi morti 25 pazienti, nuova vittima a Reggio

  • Emergenza Covid-19, il sindaco di Montebello Ionico lascia l'ospedale e ritorna a casa

Torna su
ReggioToday è in caricamento