Lungomare Falcomatà, Fiera del libro: sgombero degli stand abusivi e multe ai titolari

I controlli sono scattati in seguito alla denuncia fatta dal proprietario di una storica libreria cittadina. Immediato l'intervento da parte dell'assessore Antonino Zimbalatti e della polizia municipale

Lungomare Rosa dei venti

Chi, almeno una volta, non si è fermato a spulciare, guardare, scegliere e acquistare un buon libro passeggiando sul lungomare Falcomatà?

Eppure, nel fare questo semplice e  banale gesto, non pensiamo certo a controllare se uno stand, o un acquisto sia o meno legale o autorizzato, perché se è alla luce del sole, ed in bella vista, perché mai non si potrebbe? Eppure dovremmo fare  più attenzione perché capita anche questo. 

Nei giorni scorsi il proprietario di una storica libreria cittadina, Vincenzo Caccamo, ha deciso di denunciare le anomalie della fiera del libro proprio sul lungomare. Il protrarsi dell’evento avrà sicuramente insospettito Caccamo che, ha sottolineato come “non si sia mai vista una fiera del libro che duri quattro mesi”. Ma non è questo il vero problema che ha fatto “indignare” il signor Caccamo e lo ha spinto a denunciare la situazione.

Pare, infatti, che l’Amministrazione comunale abbia autorizzato la vendita di libri nuovi con uno sconto del 50%, mentre, per legge non possono superare lo sconto del 15%, e alle librerie -come riporta Caccamo-  è concessa la vendita con una percentuale di sconto del solo 30%.

La rabbia monta dall’effettiva fatica che le librerie, di questi tempi, fanno per riuscire a sopravvivere. Il libraio rivolge una domanda proprio al Comune che ha concesso le autorizzazioni: “Perché le tre librerie cittadine non sono state interpellate?” Da mesi non vendiamo un libro – scrive Caccamo - però le tasse arrivano, cosa bisogna fare?”. 

In seguito a questa denuncia, l’assessore alla polizia municipale Antonino Zimbalatti, si è immediatamente attivato perché si accertassero le eventuali anomalie denunciate.

Dopo aver sollecitato l’intervento del comandante della polizia municipale Salvatore Zucco a svolgere le dovute verifiche per eventuali abusi, i controlli hanno accertato le effettive irregolarità.  

Come prima cosa,  la vendita non autorizzata di libri. Le autorizzazioni concesse dall’amministrazione, infatti, erano per  la sola “esposizione” dei libri  e non per la vendita. il protrarsi del tempo effettivamente concesso per l’occupazione del suolo pubblico con conseguente reato di occupazione abusiva di suolo pubblico.

Accertate le violazioni, gli agenti sono intervenuti sanzionando i titolari degli stand. Oltre alle relative sanzioni pecuniarie e amministrative, su direttiva del comandante Zucco è stato imposto lo sgombero dello stand.

L’assessore Zimbalatti ha sottolineato l’importanza del "lavoro di squadra per combattere questo tipo di irregolarità come è stato fatto precedentemente per le guide turistiche".

Lodevole, indubbiamente, l’immediatezza nell’intervento da parte dell’amministrazione e della polizia municipale, anche se, l’intera vicenda mette in luce una ‘piccola’ disattenzione da parte degli organi competenti considerato che, l’irregolarità in quest’occasione era proprio sotto il naso di chi avrebbe dovuto vigilare.

Proprio su questo, Antonino Zimbalatti, ha replicato e sottolneato che “vista la vastità del territorio sottoposto a controllo, tante sono le cose da controllare e, purtroppo, poche le risorse a disposizione”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Albero si spezza in via Sbarre Inferiori e finisce su due auto

  • Fiera di Penitmele, la municipale sequestra oltre 600 pezzi di merce contraffatta

Torna su
ReggioToday è in caricamento