Esplosione e incendio a Polistena, distrutta pizzeria nella centralissima via Villa Italia

Cause in corso di accertamento da parte delle forze dell'ordine, anche se si ipotizza una possibile fuga di gas. Sul posto i vigili del fuoco e la polizia scientifica

La pizzeria distrutta dall'esplosione

Questa mattina, intorno alle 5.30, una potente esplosione ha svegliato la città di Polistena. Per cause in corso di accertamento, gli inquirenti ipotizzano una probabile fuga di gas, un incendio ha distrutto completamente il noto locale Spizzy pizza, ubicato nella centralissima via Villa Italia.

Dopo il boato, la gente è scesa in strada. Tanta paura ma fortunatamente non si registrano vittime o feriti, considerato che dopo lo scoppio, che ha causato il crollo delle murature esterne e danni ai solai, i detriti si sono scagliati per un raggio di decine di metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Polistena che immediatamente hanno messo in sicurezza le parti delle strutture ancora a rischio crollo, sia nel locale dove è avvenuta l'esplosione, sia negli edifici circostanti. Oltre alle forze dell'ordine e agli agenti della polizia scientifica per i rilievi del caso, sono intervenuti gli operai di una ditta che gestisce la distribuzione del gas per interrompere l’erogazione e controllare l'effetto della perdita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo Italo sui binari di Reggio arriva anche il Frecciarossa: il plauso del presidente Santelli

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

Torna su
ReggioToday è in caricamento