Nascondeva in casa opera d'arte rubata 15 anni fa: denunciato ex insegnante in pensione

Il nucleo tutela patrimonio culturale, ha individuato e sequestrato un quadro dell'artista palmense Domenico Augimeri. Il 70enne, incensurato, è stato denunciato a piede libero

L'opera trafugata

Un insegnante in pensione, ex commerciante d’antiquariato, 70enne, residente in città e incensurato è stato denunciato a piede libero dai carabinieri di Catona, in collaborazione con il personale del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cosenza, perchè ritenuto responsabile dei reati di ricettazione di opere d’arte.

L’operazione, scattata dopo un'intensa attività investigativa e coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, ha consentito di individuare e sequestrare un’opera d’arte di pregio con contestuale successiva restituzione dell’opera all’avente diritto.

L’opera, trafugata 15 anni fa, è stata identificata in un quadro antico, raffigurante De Blasio di Palizzi Carlo (n. 1804 – m. 1865), personaggio di spicco del Regno delle Due Sicilie, realizzato dall’artista palmese di scuola napoletana Domenico  Augimeri (dipinto olio su tela di altezza 1,58 metri e larghezza 1,05 metri).

Fondamentale è stato l’apporto fornito dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, che hanno provveduto al riscontro dell’attività informativa dei militari reggini, accertando la provenienza illecita e classificando l’opera quale corpo di reato ricettato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno provveduto anche al censimento di cinque opere di varia natura utili al riscontro e verifica mediante comparazione sul sistema di “Banche dati dei beni culturali illecitamente sotratti". Il modello di detecting dell’opera rubata è stato recentemente condiviso in ambito europeo, attraverso l’attivazione di una struttura di analisi – l’Analysis Project "Crime Art", dedicata alla tutela del patrimonio culturale nell’ambito dell’Agenzia Europea di Polizia (Europol).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

Torna su
ReggioToday è in caricamento