Ventitrenne di Palmi arrestato dagli agenti della Polizia con l'accusa di stalking

Il giovane è stato fermato dagli agenti del commissariato, dopo aver ricevuto una segnalazione al numero di emergenza, mentre stava aggredendo la fidanzata di poco più giovane

Gli agenti del commissariato di polizia di Palmi hanno tratto in arresto un giovane con l’accusa di stalking nei confronti della fidanzata.

Questi i fatti. L’immediato intervento degli agenti della polizia di Stato in occasione di una richiesta di aiuto a fronte di un episodio di violenza di genere è fondamentale per evitare conseguenze più gravi per le vittime, che possono trovarsi in condizione di inferiorità fisica o psicologica.

A Palmi, una pattuglia del locale commissariato, in servizio di controllo del territorio, è intervenuta nel centro cittadino a seguito della segnalazione di un’aggressione che un 23enne stava perpetrando nei confronti della fidanzata, poco più giovane di lui. 

Immediatamente intervenuti in soccorso della vittima, gli operatori hanno accertato che già in una precedente occasione, nello scorso settembre, l’uomo era stato denunciato per lesioni e minacce gravi, ed hanno pertanto proceduto ad arrestarlo in flagranza di reato di stalking. 

A tutela della vittima sono stati attivati i protocolli operativi “Eva” e “Liana”, e l’autorità giudiziaria, convalidando l’arresto, ha disposto nei confronti del reo la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il contrasto ai reati connessi ad episodi di violenza di genere necessita di azioni quanto più rapide ed efficaci possibile, per la messa in sicurezza delle vittime. Alla prontezza degli interventi effettuati dagli agenti della Polizia di stato in occasione di comportamenti violenti, si accompagna l’invito alle vittime a denunciare gli episodi di violenza che sono costrette a vivere, considerata l’impossibilità di prevederne l’evoluzione. La tempestiva informazione consente infatti l’interruzione immediata delle condotte ed il conseguente inserimento in un sistema di tutela a garanzia dell’incolumità personale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si nascondevano in Germania per sfuggire alla legge, un reggino fra i due italiani estradati

  • "Mandamento jonico", l'ex sindaco di Roghudi Lorenzo Stelitano ritorna in libertà

  • "Ndrangheta stragista", Lombardo avvia la requisitoria: "Aspettiamo verità da 819 milioni di secondi"

  • Incendiata l'auto di un imprenditore, la solidarietà di Confindustria e Ance Reggio

  • Aeroporto dello Stretto, da oggi riprendono i voli di Alitalia da Reggio per Roma e Milano

  • Trovato morto a Roma Rocco Panetta: il giovane gioiosano scomparso a giugno

Torna su
ReggioToday è in caricamento