Taurianova, armi e munizioni nella mansarda di casa e in un casolare: arrestato 86enne

L'uomo, fermato dai carabinieri e dai Cacciatori di Calabria, è ristretto agli arresti domiciliari nella propria abitazione in attesa del giudizio di convalida

Una delle armi sequestrate

Detenzione illegale di armi clandestine, munizioni e ricettazione. Con queste accuse è stato arrestato, a San Martino di Taurianova, in flagranza di reato, Rocco De Marco, di 86 anni. L'anziano è ristretto agli arresti domiciliari, presso la sua abitazione, in attesa del giudizio di convalida.

I fatti

I carabinieri, insieme ai Cacciatori di Calabria, giovedì scorso, hanno svolto una perquisizione in un terreno agricolo in zona rurale, dove si sospettava fossero nascoste armi. Dopo essere entrati all’interno di un casolare chiuso a chiave, i militari si sono insospettiti da uno strano attaccapanni. Una volta tolti i vestiti che lo ricoprivano, si è scoperto essere un fucile a doppietta calibro 16, con matricola parzialmente abrasa. L'anziano, proprietario del terreno, gravato da condanne, lì presente, ha subito riconosciuto la proprietà, così come delle 16 cartucce calibro 16 rinvenute in alcuni vasi di plastica. 

La perquisizione è continuata nell'abitazione dell’uomo; in una rustica mansarda, nascosto tra i vestiti in una intercapedine, i carabinieri hanno trovato un altro fucile calibro 12 e altre 62 cartucce. Le armi e le 78 cartucce, illegalmente detenute, sono state sequestrate e saranno trasmesse al Ris per le analisi tecniche e balistiche, per verificare anche l’eventuale precedente utilizzo in eventi criminosi nel territorio. 

I controlli dei carabinieri

Nelle ultime settimane gli uomini del comando provinciale dei carabinieri hanno svolto servizi mirati nei terreni agricoli e perquisizioni che hanno portato a Taurianova al sequestro anche di altra arma da fuoco,
una pistola calibro 6,35 con matricola abrasa, e 37 cartucce di vario calibro, nascoste in
aperture di alcuni alberi, e a Molochio all’arresto in flagranza di un 68enne, trovato in
possesso di una pistola calibro 7,65 e di 72 munizioni, il tutto, detenuto illegalmente e occultato nelle
fessure di un casolare rurale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stagione venatoria

Dall’inizio della stagione venatoria, inoltre, i militari controllano le aree di caccia per prevenire le rapine dei fucili ai cacciatori e
il regolare e ordinato svolgimento dell’attività venatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • Fase 3, obbligo di registrazione per chi arriva in Calabria: nuova ordinanza della Santelli

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Covid e Fase 2, che cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno 2020: ecco tutte le novità

  • "Biciclette vietate sul lungomare Falcomatà", Zimbalatti: "Sanzioni per i trasgressori"

  • Offese sui social a Maria Antonietta Rositani, il padre Carlo annuncia una querela

Torna su
ReggioToday è in caricamento