Abusi edilizi nel mirino dei carabinieri: una denuncia e sequestrata costruzione a Scilla

Gli uomini dell'Arma hanno scoperto il manufatto in località Fego, area sottoposta a vincolo ambientale paesaggistico e realizzata in dispregio di qualsiasi normativa esistente

Continua l’azione di contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio da parte dei carabinieri forestali. I militari dell’Arma di San Roberto hanno denunciato all’autorità giudiziaria un 69enne e sequestrato una costruzione abusiva scoperta in località 'Fego' di Scilla, in un area sottoposta ad ogni sorta di vincolo ambientale paesaggistico e realizzata in dispregio di qualsiasi normativa esistente sul territorio.

Durante i giri di perlustrazione gli uomini dell’Arma hanno individuato la costruzione in cemento armato e metallo in fase di costruzione. I successivi accertamenti hanno evidenziato che la struttura in costruzione era munita di Comunicazione di inizio lavori, presentata al Comune di Scilla, per il ripristino di una tettoia in una zona con destinazione agricola. 

Ma ai militari, supportati da un tecnico comunale, è bastato poco per accorgersi che il documento, in realtà, costituiva un paravento per un vero e proprio abuso edilizio. La Cil presentata dall’uomo nello stesso giorno dell’accertamento dei carabinieri forestali, riferiva di lavori da eseguire in un altro luogo rispetto a dove erano stati già effettivamente realizzati, ma soprattutto violavano in modo sconcertante ogni vincolo esistente sul territorio: idrogeologico forestale, paesaggistico (compreso il vincolo Natura 2000), normativa antisismica, anti inquinamento, fino alla violazione del vincolo speciale per Area di rispetto elettrodotti, in cui è vietata qualsiasi tipo di edificazione.

Inevitabile quindi il sequestro dell’area e la denuncia del responsabile, che dovrà rispondere all’autorità giudiziaria per una lunga serie di violazioni amministrative e penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando a vincere è la morte", il pensiero di un angelo del 118 dopo l'incidente nel rione Modena

  • A Reggio piange pure il cielo, lacrime e cuori spezzati al funerale di Walter: "Non si può morire così"

  • "Un ragazzo con il sorriso rivolto al sole e alla vita", il ricordo di Reggio Calabria Basket in Carrozzina

  • Londra, in ospedale con un dolore alla gamba: reggina muore dopo essere stata dimessa

  • Incidente nel rione Modena, scontro auto-moto: morto giovane centauro

  • Reggio si mobilita per la giovane morta a Londra, raccolta fondi per il rimpatrio della salma

Torna su
ReggioToday è in caricamento