Sorvegliato speciale reggino arrestato a Messina dalla polizia

Il pregiudicato Cosimo Alvaro dopo la sentenza della Corte di Appello dovrà espiare una pena di tre anni per i reati di turbata libertà degli incanti ed estorsione

La squadra mobile peloritana ha arrestato ieri Cosimo Alvaro, originario di Sinopoli, 55 anni, pregiudicato, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Messina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, destinatario del provvedimento, emesso l’11 settembre scorso dalla Procura generale presso la Corte di Appello reggina, deve espiare un residuo pena di 3 anni, uh mese e 25 giorni di reclusione, perchè ritenuto colpevole dei reati di turbata libertà degli incanti ed estorsione, commessi tra la fine del 2007 e i primi mesi del 2008 a Reggio Calabria. Alvaro è stato trasferito presso la casa circondariale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo Italo sui binari di Reggio arriva anche il Frecciarossa: il plauso del presidente Santelli

  • Turismo e alta velocità in Calabria, Italo arriva Reggio: ecco gli orari dal 14 giugno

  • Incidente nel veronese, perde la vita giovane di Rosarno: in gravi condizioni una 20enne

  • Riemergono da acque Stretto i fasti di Reggio, trovata ancora a 154 metri di profondità

  • Covid tra contagi e polemiche social, il sindaco Suraci rassicura e passa all'attacco

  • Studiato dai medici del Gom un tassello importante nella lotta contro il Coronavirus

Torna su
ReggioToday è in caricamento