Nuovo logo per la Staffetta regionale del volontariato di Protezione civile

La realizzazione è stata creata dalla studentessa Martina Marino della classe V A del liceo artistico Preti-Frangipane. Al concorso hanno partecipato 19 liceali

Gli studenti del liceo artistico

La Staffetta regionale del volontariato di Protezione civile ha il suo logo. La realizzazione è stata creata da una studentessa del liceo artistico Preti-Frangipane.

Il concorso "Un logo per la staffetta regionale del volontariato di protezione civile", nasce dalla collaborazione tra il Comitato delle associazioni di volontariato diì Protezione civile, promotrici della staffetta, il Centro servizi al volontariato dei Due Mari e lo storico liceo artistico della nostra città per avvicinare i ragazzi ai valori della protezione civile facendo leva sui loro talenti e sulla loro creatività.

Dopo i saluti del vicepreside professore Vincenzo Errigo, del direttore del Csv Giuseppe Pericone e del presidente del Comitato Angelo Colella, i ragazzi si sono soffermati ad ascoltare le testimonianze di Alberto Gioffrè e Beniamino Scopelliti, volontari di protezione civile. All'iniziativa hanno partecipato diciannove studenti, seguiti e supportati dal professore Enrico Strati.

La giuria, presieduta dal presidente del Csv dottor Ignazio Giuseppe Bognoni e dal presidente dell’Ordine provinciale degli ingegneri Domenico Mandelli e composta dal direttivo del Comitato, ha premiato Martina Marino della classe V A con la seguente motivazione: per aver rappresentato con coerenza ed efficacia, lo spirito e i contenuti della Staffetta regionale del volontariato di Protezione civile.

Per essere riuscita a racchiudere nel logo – in una combinazione equilibrata e armoniosa di forme, colori e significati - gli elementi essenziali della Staffetta, ossia: la sagoma della Calabria, quale territorio coinvolto nell’evento, tracciata da due linee verticali che simboleggiano il percorso dei maratoneti volontari; i colori della bandiera italiana, che sono anche quelli della Protezione civile; due figure umane stilizzate raffigurate nell’atto del passaggio del testimone ed evocative dei valori della solidarietà e del reciproco sostegno su cui si fonda ogni forma di volontariato.

La Staffetta, che da oggi dunque ha il suo logo ufficiale, è un’iniziativa nata dalla rete tematica del volontariato di protezione civile costituita presso il Csv dei Due Mari e mira a diffondere i valori e i princìpi che ispirano il sistema di protezione civile, sollecitando la partecipazione attiva della comunità tutta, in particolare dei giovani, all’accoglienza e alla cura delle persone in situazioni di emergenza, alla salvaguardia del territorio nonché alla prevenzione dei rischi.

La manifestazione, in programma per la primavera 2020, si concretizzerà nel giro della Calabria a piedi, in 37 tappe, per un totale di 694 chilometri, partendo da Reggio e toccando tutte le cinque province. Le tappe della Staffetta saranno scandite dal passaggio di un testimone e a ogni tappa i volontari podisti saranno accolti con una manifestazione di benvenuto organizzata dalle associazioni di Protezione civile del luogo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Che senso ha rimanere, se a far rumore è solo il mare?": la lettera di una reggina alla sua città

  • Regionali, Callipo a Salvini: "Mi vergogno dei politici che stringono patti con la 'ndrangheta"

  • Incidente sull'A2 tra Palmi e Gioia Tauro: morto un 19enne, feriti due carabinieri

  • Incidente a Bova Marina, travolto e ucciso da un'auto mentre attraversa la strada

  • ‘Ndrangheta, colpita la cosca Tegano: quattro arresti e numerose perquisizioni

  • Notte di fuoco sul Viale della libertà: 5 auto avvolte dalle fiamme

Torna su
ReggioToday è in caricamento