A San Ferdinando il 2 giugno, Usb: “Per non dimenticare Soumaila!”

Quasi un anno fa veniva ucciso il ragazzo migrante, attivo nelle lotte sindacali per la difesa dei diritti dei braccianti agricoli. La commemorazione della sua morte

È passato un anno dall’assassinio di Soumaila Sacko, un ragazzo migrante sempre in prima linea nelle lotte sindacali per difendere i diritti dei braccianti agricoli. Militante sindacale Usb, Soumaila è stato ucciso da un colpo di fucile mentre raccoglieva delle vecchie lamiere all’interno dell’ex fornace “Tranquilla”, a San Calogero, nel vibonese.

“Una delle discariche più pericolose d’Europa”, si legge su una nota stampa del Coordinamento lavoratori agricoli Usb, tramite cui si vuole ricordare questa barbara uccisione, che “ha smosso le coscienze di tanti, scatenando un'incredibile catena di solidarietà e una mobilitazione sfociata nella grande manifestazione che ha attraversato le strade di Reggio Calabria”.

L’Unione sindacale di base vuole ribadire ancora una volta che non dimenticherà Soumaila. Proprio per questo, dà appuntamento per domenica 2 giugno, alle ore 16.30, presso il comune di San Ferdinando, dove terrà “una conferenza stampa per ripercorrere questi 12 mesi, fare il punto sul processo in corso e presentare lo Sportello per i diritti ‘Soumaila Sacko’, un progetto che stiamo portando avanti proprio nella sede municipale di San Ferdinando insieme al csc Nuvola Rossa.

Da lì ci sposteremo tutti insieme sul luogo del delitto, la ex Fornace “Tranquilla” – continua la nota- per deporre un mazzo di fiori e riaffermare che la nostra lotta per avere verità e giustizia per questa inaccettabile morte non si ferma, così come continua la nostra lotta per i diritti sindacali e sociali di tutti i lavoratori e di tutte le lavoratrici delle nostre campagne, indipendentemente dal colore della loro pelle e dalla loro provenienza geografica.

#SoumailaSacko #Primaglisfruttati #Restiamoumani".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Omicidio a Rosario Valanidi: ecco chi era l'uomo freddato a colpi di pistola

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento