Si presentano alla polfer per denunciare un presunto furto con documenti falsi: arrestati

Per i tre uomini è scattata la denuncia per concorso in simulazione di reato. Per due di loro anche l’arresto considerato che i documenti rivenuti erano contraffatti

Un italiano di 37 anni, in compagnia di altri due connazionali, di 20 e 26 anni, si è presentato negli Uffici della polizia ferroviaria di Villa San Giovanni, per denunciare il furto di carte di credito ed effetti personali, contenuti nella propria tracolla, lasciata incustodita nella sala d’attesa della stazione.

Le contraddizioni nel corso del racconto e la visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza hanno insospettito gli agenti che hanno effettuato un controllo anche sui bagagli che i tre uomini portavano con sé. I poliziotti hanno così ritrovato il cellulare, le carte di credito e i documenti di cui poco prima era stato denunciato il furto.

Per i tre è scattata la denuncia per concorso in simulazione di reato, ma per due di loro anche l’arresto essendo risultato che i documenti rivenuti erano contraffatti. Nella giornata di ieri altri 4 arresti e 30 indagati durante i 6.265 controlli effettuati dalla Polizia Ferroviaria su tutto il territorio nazionale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

  • Scoperto piccolo bunker con droga, armi e soldi "sporchi": 45enne finisce in manette

Torna su
ReggioToday è in caricamento