XVII workshop sull’Impresa Sociale, il consorzio Macramè, unica realtà del Sud presente

L'appuntamento, che si sta svolgendo a Riva del Garda, è punto di riferimento per le imprese che producono beni e servizi di utilità sociale in svariati campi allo scopo di perseguire obiettivi di “interesse generale”

Il consorzio Macramè è ospite in questi giorni a Riva del Garda (Trento) del XVII Workshop sull’impresa sociale, appuntamento di riferimento per le imprese che producono beni e servizi di utilità sociale in svariati campi allo scopo di perseguire obiettivi di “interesse generale”. Le sfide della contemporaneità impongono una riflessione che consideri il “valore complessivo” delle imprese sociali, riproponendo il necessario equilibrio strutturale tra dimensione economica e contributo al sostegno delle persone fragili, alla creazione di comunità e al rafforzamento delle reti fiduciarie e di capitale sociale.

In che modo le imprese sociali possono operare nel mercato, senza interiorizzarne i valori negativi? Come possono “utilizzare” il mercato per raggiungere obiettivi sociali? Come possono costruire alleanze con imprese profit senza esserne sminuite? Macramè, con il suo presidente, Giancarlo Rafele, è l’unica realtà meridionale chiamata a relazionare all’appuntamento, portatrice della più grande esperienza di rete sociale della Calabria: un’occasione propizia, quindi, per provare a rispondere a questi interrogativi e per raccontare come, ogni giorno, in Calabria, è possibile operare per produrre inclusione e giustizia sociale.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Albero si spezza in via Sbarre Inferiori e finisce su due auto

  • Fiera di Penitmele, la municipale sequestra oltre 600 pezzi di merce contraffatta

Torna su
ReggioToday è in caricamento