La figura di don Italo Calabrò e l’educazione dei giovani, incontro alla Curia arcivescovile

Un incontro per approfondire l’insegnamento pastorale e sociale di don Italo Calabrò, affinché sia conosciuto e fatto proprio da tutta la comunità ecclesiale ma anche da quella civile. Appuntamento giovedì 5 dicembre alle ore 18 , nella sala del tribunale interdiocesano Calabrò presso la Curia arcivescovile,  con l’evento organizzato dalla Piccola Opera Papa Giovanni, dalla Caritas Diocesana e dal Centro Comunitario Agape, il terzo dopo quelli che hanno visto protagonisti monsignor Francesco Oliva vescovo di Locri-Gerace e monsignor Vincenzo Bertolone, presidente della Conferenza Episcopale Calabra, che hanno messo l’accento sulla figura di don Italo, sacerdote e di servitore dei più poveri ed emarginati.

Iniziativa che  affronterà gli aspetti più significativi della missione di don Italo: l’educazione dei giovani, la trasmissione di una fede vissuta ed incarnata a servizio degli ultimi, che erano al centro della sua azione evangelica. Un’opera iniziata nel ‘68 con i ragazzi dell’istituto Panella, con i giovani dell’azione cattolica e della sua parrocchia di san Giovanni di Sambatello, ma soprattutto con i ragazzi in difficoltà, incontrati all’interno del carcere minorile, negli istituti per l’infanzia abbandonata e poi aiutati a riprendere in mano il proprio destino, attraverso scelte coraggiose di dissociazione dalla ‘ndrangheta e di riscatto dalle dipendenze e dalla disabilità. Un modello pastorale che ha aiutato intere generazioni a sperimentare nel servizio ai più poveri l’incontro con Dio, a coniugare la vita di fede con la condivisione di vita di chi fa fatica.

 Un incontro nel corso del quale si ricorderà don Italo, educatore e maestro di vita, e si rifletterà su quali siano le misure di prevenzione per arginare il disagio giovanile e le dipendenze. Vi saranno numerosi contributi che delineeranno la centralità del lavoro di squadra in tema di educazione, perché imprescindibili sono le alleanze finalizzate a consolidare una comunità educante, così come imprescindibile è la considerazione che il volontariato e le esperienze di servizio civile rappresentino il vero antidoto alla cultura dell’indifferenza e della delega.

Interverranno all'appuntamento  coordinato da Mario Nasone del Centro Comunitario Agape:  Mimmo Nasone di Agape, Luciano Squillaci della FCT su come attualizzare il messaggio di Don Italo, Grazia Condello vice preside istituto Piria e Paolo Cicciù del CSI su esperienza della rete delle alleanze educative, le associazioni Gabbiano-Ottavo Giorno- Agape su “il volontariato ed il servizio civile come antitodo alla cultura della indifferenza e della delega”. Conclusioni  a cura di monsignor Morosini arcivescovo Diocesi Reggio Bova.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Calabria d'Autore, in arrivo un corposo programma di event

    • dal 1 luglio al 30 giugno 2020
    • Piazza Sant'Anna
  • Scuola di Recitazione della Calabria, pre-audizioni online

    • dal 30 maggio al 15 luglio 2020
    • Canali telematici
  • Fondazione Falcomatà, si riparte con la presentazione di "Salutiamo amico"

    • 3 luglio 2020
    • Circolo del Bridge

I più visti

  • “Leonardo-Le macchine del Genio”, mostra interattiva al Castello di Roccella

    • dal 27 giugno al 15 novembre 2020
    • Castello dei Principi Carafa della Spina
  • "La Magica Notte di Chianalea", in arrivo la quinta edizione

    • dal 6 luglio al 6 giugno 2020
    • Ristorante Bleu de Toi
  • Calabria d'Autore, in arrivo un corposo programma di event

    • dal 1 luglio al 30 giugno 2020
    • Piazza Sant'Anna
  • Gomalan Brass Quintet e Orchestra Giovanile di Fiati “Giuseppe Scerra”, a Delianuova partono le masterclass per fiati

    • dal 27 giugno al 1 luglio 2020
    • Scuola di Musica di Delianuova
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ReggioToday è in caricamento