Villa, stop alle autorizzazioni di nuova antenne, Siclari: "Si rispetti il regolamento"

Il sindaco ha messo in atto quella che rappresenta solo la prima di tante azioni volte a tutelare la salute pubblica

Giovanni Siclari

Pone freno alle autorizzazioni per posizionare nuove antenne il primo cittadino di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari che, in sintonia con l’assessore Pietro Caminiti, danno priorità assoluta alla tutela della salute dei cittadini, con richiesta formalmente protocollata all’ufficio tecnico urbanistico, alla polizia Municipale e alla Suap ha sospeso tutti i procedimenti per la concessione di autorizzazioni all’installazione di nuovi impianti stazione radio e antenne. Mantenendo l’impegno preso in consiglio comunale, con l’associazione CoSaVi e con Fdi, il sindaco ha messo in atto quella che rappresenta solo la prima di tante azioni volte a tutelare la salute pubblica, infatti, altri importanti passi, soprattutto in tema di ambiente e inquinamento saranno comunicato a breve.

"Ne avevamo discusso in Consiglio comunale e come avevo promesso ho messo subito in atto le misure necessarie a frenare le installazioni di nuovi impianti. Ho scritto a tutti i settori interessati – ha chiarito il sindaco Siclari – perché esiste la necessità del rispetto puntuale e pedissequo del regolamento comunale per le stazioni radio base. In particolare, non mi risulta che le procedure regolamentari siano eseguite e, in particolare, sembra assolutamente omesso quanto disposto dall’articolo 6 del regolamento in materia di piano di localizzazione degli impianti e di pubblicazione degli stessi". Siclari già da tempo aveva messo nero su bianco la volontà di porre in essere tutte le azioni necessarie per salvaguardare Villa San Giovanni e tutelare i villesi, infatti, con questa sospensione, il sindaco intende approfondire ulteriormente la questione richiamando gli uffici competenti all’applicazione del regolamento.

Infatti, tra gli aspetti valutati dal sindaco e che lo hanno spinto alla richiesta di sospensione, è il mancato rispetto anche dell’articolo 7 del regolamento. "Non risulta insediato, e quindi funzionante, il gruppo di valutazione instituito e previsto dal Regolamento – ha chiarito Siclari – ed il suo insediamento non si è potuto perfezionare nell’ultimo Consiglio Comunale". Per questi motivi, rimanendo in attesa di una dettagliata relazione in merito al rispetto integrale e puntuale del Regolamento e in attesa dell’insediamento del gruppo di valutazione il sindaco ha preferito sospendere qualsiasi attività di concessione.

"Come ho già avuto modo di chiarire – ha concluso il primo cittadino - su questa questione la mia amministrazione è molto attenta e l’installazione di nuovi ricevitori è senza dubbio un’eventualità che ci vede contrari e sulla quale stiamo vigilando. Tutto ciò che può essere dannoso o nocivo per la salute dei nostri concittadini sarà ostacolato. Intanto, per non dover correre ai ripari dopo, ho preferito interrompere qualsiasi attività autorizzativa in attesa che il Regolamento sia pienamente rispettato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' il giorno del dolore, lacrime e applausi al funerale di Carlo: "Ha amato la vita fino all'ultimo"

  • Rissa al Burger King sul corso Garibaldi, calci e pugni tra i tavolini dell'ex teatro Siracusa

  • Scacco alla potente 'ndrina degli Alvaro, arrestati boss e politici: i nomi

  • Creazzo e la moglie nei carabinieri: "All'inizio Rambo e lei non pareggiavano"

  • La massoneria deviata era la "lavanderia" dei profitti illeciti della cosca Alvaro

  • L'impresa non è mafiosa, restituiti beni mobili e immobili sequestrati al proprietario

Torna su
ReggioToday è in caricamento