Calcio e solidarietà, organizzato un torneo in onore di Maria Antonietta Rositani

Il Csi propone un campionato di calcio a 5 dedicato alla giovane donna, bruciata dall'ex marito e ancora ricoverata in gravi condizioni. Iniziativa presentata al liceo Volta

Il regalo delle squadre ad Annie Russo, figlia di Maria Antonietta Rositani

Il Csi dello Stretto ha deciso di portare avanti una significativa manifestazione sportiva, con una valenza che va ben oltre una semplice partita di pallone. Dedicato a Maria Antonietta Rositani, giovane reggina vittima di una grave aggressione da parte dell'ex marito, il centro sportivo italiano istituisce un campionato di calcio a cinque in rosa, pronto a coinvolgere scuole e istituzioni in un percorso educativo.

La lodevole iniziativa è stata presentata nell'aula Socrates del liceo Alessandro Volta, all'interno dell'incontro "Mani per parare e piedi per segnare. Il bello dello sport contro il femminicidio in Calabria". La giornata all'insegna dell'attività fisica e della sensibilizzazione è stata aperta dalla dirigente scolastica Angela Palazzolo, la quale ha sottolineato come "lo sport ed il gioco devono rappresentare per i giovani uno strumento formativo ed educativo". 

Spazio, nel corso degli interventi, al responsabile dell'Osservatorio regionale contro la violenza di genere Mario Nasone, soffermatosi sul "vivere l'esperienza scolastica come percorso di crescita attraverso relazioni significative con i compagni". Immancabile l'intervento di Paolo Cicciù in qualità di presidente provinciale del Csi, con la spiegazione dell'intero percorso educativo che coinvolgerà gli studenti. Le squadre partecipanti dovranno anche realizzare dei video sul tema della violenza di genere e la classifica finale prenderà in considerazione anche 
Nel suo intervento, il presidente provinciale del Csi, Paolo Cicciù, ha illustrato gli aspetti del percorso educativo che sta per iniziare. Le squadre partecipanti, infatti, dovranno anche realizzare dei video/spot sul tema della violenza di genere, da prendere successivamente in considerazione in sede di classifica finale.

Calcio in rosa-2

Le conclusioni dell'incontro sono state affidate ad Annie Russo, ex studentessa del liceo Volta e figlia di Maria Antonietta Rositani. Invitando i ragazzi a "vivere le relazioni, gli innamoramenti, le prime cotte in libertà provando, prima di tutto a volersi bene. Rispettarsi, è il primo passo per vivere relazioni significative", la ragazza ha, poi, ricevuto un regalo da parte delle scuole partecipanti al campionato calcio a 5 Femminile Csi. I capitani delle squadre hanno nominato testimonial del torneo la stessa Annie Russo. Sarà lei, dunque, la madrina del percorso educativo e sportivo appena cominciato. Le prime gare ufficiali partiranno il prossimo 27 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando a vincere è la morte", il pensiero di un angelo del 118 dopo l'incidente nel rione Modena

  • A Reggio piange pure il cielo, lacrime e cuori spezzati al funerale di Walter: "Non si può morire così"

  • "Un ragazzo con il sorriso rivolto al sole e alla vita", il ricordo di Reggio Calabria Basket in Carrozzina

  • Londra, in ospedale con un dolore alla gamba: reggina muore dopo essere stata dimessa

  • Incidente nel rione Modena, scontro auto-moto: morto giovane centauro

  • Reggio si mobilita per la giovane morta a Londra, raccolta fondi per il rimpatrio della salma

Torna su
ReggioToday è in caricamento