rotate-mobile
Animali

Lagotto romagnolo, il cane affettuoso e dall’olfatto incredibile

Il Lagotto romagnolo ha origini antichissime e tutte italiane: dal carattere dolce e affettuoso è il perfetto cane da compagnia

Un manto riccio e folto e un muso dolcissimo: il Lagotto romagnolo è un cane affettuoso e molto sensibile. Spesso confuso per il suo aspetto con il barboncino, a differenza di quest’ultimo che ha origini francesi, il Lagotto è una razza del tutto italiana.

Considerato uno dei migliori cercatori di tartufo, per il suo olfatto sviluppato, il Lagotto non è solo questo. Scopriamo la storia e le caratteristiche di questo peloso.

Quali sono i cani più intelligenti? Lo rivela una ricerca 

Le origini del cane italiano

Il Lagotto vanta origini antichissime, c’è chi sostiene che esistevano alcuni esemplari già al tempo degli Etruschi. Se per questa testimonianza non ci sono fonti certe, è sicuro invece che nel ‘400 era presente sul territorio italiano, proprio da qui la certezza che sia una razza del nostro paese. Secondo alcuni il Lagotto proviene dall’Italia del Nord e nello specifico dalla pianura di Comacchio. Proprio questo dettaglio ha fatto sì che al cane venga attribuito l’aggettivo di romagnolo. Successivamente si è diffuso anche nelle regioni settentrionali fino al Friuli Venezia Giulia.

La certezza delle sue origini, è confermata anche da alcuni affreschi presenti a Mantova, nel Palazzo Ducale dei Gonzaga in cui in un dipinto è presente un cane che somiglia tanto al Lagotto ai piedi del marchese Ludovico Gonzaga.

Mentre ora la razza è utilizzata soprattutto per la ricerca del tartufo, in passato grazie alle sue abilità in acqua, era impiegato per la caccia alla selvaggina della laguna. Un’attività che abbandonò a seguito delle bonifiche di fine Ottocento del territorio.

Cane Pechinese: origine, carattere e abitudini di una razza elegante e affettuosa 

Un cane agile e forte

Il Lagotto romagnolo è un cane dalla corporatura muscolosa, pur essendo di piccola taglia. Le orecchie larghe e gli occhi tondi sono la caratteristica principale di questa razza, insieme al naso importante che gli permette di avere un eccellente olfatto.

Per quanto riguarda il mantello è riccio e di colore marrone sporco, ma quello che lo contraddistingue è che ha bisogno di poca manutenzione e soprattutto non perde pelo facilmente. Infatti ha bisogno di poche tolettature nel corso dell’anno e soprattutto è perfetto per chi soffre di allergie.

Il Lagotto è un cane longevo

Il fisico robusto e l’aspettativa di vita che arriva fino a 15-17 anni, non mettono al riparo il Lagotto romagnolo da alcune malattie genetiche come la displasia dell’anca, LSD (malattie da accumulo lisosomiale) ed epilessia giovanile che possono avere delle conseguenze a livello neurale.

Conosciamo meglio il cane nudo messicano, la razza venerata dagli antichi Aztechi

Un cane buono e affettuoso

Il Lagotto ha sempre vissuto in compagnia degli uomini, inizialmente impiegato nella caccia e successivamente nella ricerca del tartufo, per questo è abituato alla nostra presenza. Ecco perché ha un carattere ubbidiente e sensibile che gli permette di andare d’accordo con tutti specialmente con i bambini. Questo cane, infatti, è giocherellone e vivace, per questo ama giocare con i più piccoli dimostrando una grande pazienza.

Perfetto come cane da compagnia, vuole essere coinvolto in tutte le attività della famiglia soprattutto quelle all’aperto perché adora esplorare. Inoltre, è molto intelligente e apprende rapidamente i comandi.

Il Mastino Napoletano: caratteristiche fisiche e temperamento di uno dei molossoidi più massicci

Articolo originale su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lagotto romagnolo, il cane affettuoso e dall’olfatto incredibile

ReggioToday è in caricamento