Attualità Centro / Via Cardinale Gennaro Portanova

La città accoglie di nuovo gli studenti della Pennsylvania State University

I ragazzi sono stati accolti a Palazzo Campanella dal presidente del consiglio regionale Nicola Irto: “Piena condivisione per il programma di studio”

Palazzo Campanella ha aperto le porte agli studenti della Pennsylvania State University, che per l'undicesimo anno hanno scelto Reggio Calabria e l'Università Mediterranea per il progetto di scambio culturale coordinato dalla professoressa Eleonora Pitasi. Giovani tra i 19 e i 23 anni iscritti a facoltà sia umanistiche che scientifiche, ricevuti  nella sede del parlamento calabrese dal presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, proprio per testimoniare  “piena condivisione –parole di Irto - di un programma di studi in grado di stimolare la comparazione tra sistemi accademici diversi, incentivare la conoscenza della lingua e della cultura italiane e promuovere la bellezza del nostro territorio”. 

La delegazione composta dai tredici universitari americani è stata accompagnata dai docenti Micheal Edwards e Carla Cornette. Il progetto, durato un mese,  anche quest'anno è stato suddiviso in due momenti: quello didattico che si è sviluppato all'Università Mediterranea, come sede di studio, e quello di carattere culturale che ha visto i ragazzi della Penn State visitare i luoghi più belli e rappresentativi della Calabria, alla scoperta del territorio, della storia, delle tradizioni e dei costumi locali, nonché dei prodotti dell'agroalimentare che rappresentano alcune delle eccellenze produttive della nostra terra.

Come si legge su una nota stampa, la professoressa Pitasi ha espresso la sua gratitudine al presidente del Consiglio regionale per aver manifestato sensibilità istituzionale nei confronti dell'ormai consolidato programma messo in campo con la Pennsylvania State University nell'ambito della grande attenzione che Nicola Irto da sempre riserva al mondo della scuola, dell'università e dei giovani. Da parte sua, il rappresentante di Palazzo Campanella ha esortato gli studenti americani a “essere 'ambasciatori' e testimonial della Calabria, una regione straordinaria che finalmente sta iniziando a far conoscere nel mondo la sua immagine migliore. Quella di far studiare a Reggio, per un mese, i ragazzi della Penn State è una grande opportunità di promozione territoriale ma anche un modo per diffondere e far apprezzare la nostra cultura. Il mio auspicio – ha concluso Irto – è che questa ottima iniziativa continui a riproporsi nel tempo perché contribuisce direttamente al lavoro che stiamo portando avanti per raccontare la vera Calabria”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città accoglie di nuovo gli studenti della Pennsylvania State University

ReggioToday è in caricamento