rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Attualità

Approvato dal referendum dei giornalisti il nuovo contratto integrativo siglato da Citynews e Cdr

L’accordo, redatto dalle parti con l’assistenza di Cisal e Uspi, è stato approvato dal 94,8% dei votanti in un referendum confermativo. Il contratto prevede aumenti salariali, welfare integrativo, 24 assunzioni nel biennio, formazione, assistenza legale, premio di risultato finalizzato all’aumento della qualità

Il Comitato di redazione (Cdr), in rappresentanza dei 210 giornalisti dipendenti e collaboratori ha sottoscritto insieme a Citynews un Contratto Integrativo Aziendale (CIA). Insieme alle parti erano presenti anche Cisal e Uspi in qualità di organizzazioni rappresentative del settore e firmatarie del Ccnl in uso in azienda. Il Cia è un secondo livello di contrattazione, stipulato per tutto il personale Citynews inquadrato nella categoria giornalisti, che andrà a regolare materie ed istituti diversi e non ripetitivi rispetto a quelli retributivi propri del contratto nazionale.

In base ad un accordo tra azienda e Cdr, il contratto è stato sottoposto al vaglio dei giornalisti di Citynews che lo hanno approvato, giovedì 13 gennaio, tramite voto referendario, con una percentuale di voti a favore del 94,8% dei votanti. Il contratto è entrato ufficialmente in vigore dal 1 gennaio 2022 e avrà validità 3 anni, fino a dicembre 2024.

Cosa prevede il Contratto Integrativo Aziendale per i giornalisti Citynews

L’integrazione al Contratto Collettivo Nazionale prevede, per tutti i giornalisti, diverse migliorie atte a rafforzare il welfare aziendale. Tra queste, sono state apportate alcune integrazioni salariali alle diverse qualifiche professionali.

Maggiorazione dei minimi salariali
Per tutti i Collaboratori redazionali con anzianità aziendale sopra i 2 anni è prevista una maggiorazione dei minimi salariali da 180 euro a 280 euro. Per i videoreporter sono previsti contributi spese forfettari per coprire i costi di spostamento necessari alla realizzazione dei video-servizi. Inoltre, per tutti i giornalisti dipendenti è prevista l’integrazione giornaliera con ticket restaurant. Sono infine previste maggiorazioni per il lavoro festivo o super-festivo migliorative.

Piano occupazionale
Per il 2022 e 2023, il piano occupazionale prevede l’impegno di Citynews ad assumere 24 risorse distribuite nei due anni con preferenza sugli attuali collaboratori autonomi. 14 assunzioni sono già state effettuate nel mese di gennaio 2022

Premio di risultato
Con la finalità di aumentare la qualità del prodotto giornalistico e di condividere con i lavoratori i risultati aziendali  è stato siglato un accordo con un premio di risultato di 1100 euro.

Assistenza Legale penale e civile
Citynews si impegna a fornire gratuitamente assistenza legale ai propri giornalisti in caso di un loro coinvolgimento, sul lato passivo, in azioni legali, sia di natura civile che penale relative alla diffamazione.

Assicurazione Sanitaria Integrativa e Welfare integrativo
Richiamando il protocollo d’intesa sottoscritto da Cisal e Uspi con l’ente Enbic per l’assistenza sanitaria integrativa, Citynews si farà carico integralmente del versamento della quota in capo al lavoratore in aggiunta alla quota del versamento prevista a carico dell’editore. Viene istituito un supporto economico pari a 1.500 euro annui che Citynews fornisce ai dipendenti che dovessero riscontrare una diagnosi oncologica. Il supporto è esteso anche nel caso in cui la patologia colpisca coniugi o figli minori di 30 anni. Questo supporto avrà la durata di 5 anni.

Anticipazione Tfr
Il giornalista, inoltre, avrà la possibilità di chiedere un’anticipazione di importo del proprio TFR, non superiore al 70% del trattamento maturato, senza limiti di anzianità aziendale e senza una motivazione.

Codice di Condotta
E’ prevista l’osservanza da parte di tutti i giornalisti Citynews di un codice di condotta atto a tutelare i lettori sulla imparzialità, assenza di conflitti di interesse, e sulla trasparenza ed integrità della produzione giornalistica.

Formazione
Citynews si impegnerà a fornire un piano di formazione annuale dei propri dipendenti. Formazione finalizzata all’aggiornamento e al consolidamento da parte del personale delle proprie competenze, attraverso l’uso delle tecnologie che Citynews mette a disposizione per l’espletamento del proprio lavoro. La formazione verrà svolta anche in modalità Training On the Job, rispondendo al bisogno organizzativo di aggiornare e specializzare le competenze in modo coerente e integrato rispetto alla realtà in cui il giornalista dipendente opera.

Il commento del Ceo di Citynews

"Siamo soddisfatti che il contratto integrativo sia stato accolto dai nostri giornalisti con entusiasmo – dice Luca Lani, Ceo di Citynews -.  Il confronto con il Cdr è stato estremamente costruttivo ed ha permesso di discutere ed indagare tutti i numerosi problemi del settore e della nostra realtà. E' stato inoltre soddisfacente trovare una sintonia su molti fronti, specialmente sulla difesa del diritto di cronaca e sulla tutela della qualità del lavoro giornalistico in un momento in cui è sotto attacco da tutti i fronti”.

Luca_Lani_CEO_Citynews-2-3-2

Il commento del Cdr delle testate Citynews

Dopo la ratifica dell’accordo integrativo, il Cdr, composto da Gabriele De Giorgi (Lecce), Sirio Tesori (Bologna), Massimiliano Melley (Milano) e, come rappresentante aggiunto dei colleghi precari, da Daniele Ditta (Palermo), ha diffuso la seguente nota.

“Abbiamo lavorato in questi mesi di notevoli complicazioni materiali dovute alla pandemia per arrivare alla definizione di questo accordo, che riteniamo possa essere vissuto dalle giornaliste e dai giornalisti delle testate di Citynews come un primo, ma significativo, passo in avanti dopo una lunga fase inerziale”.

“Gli accordi raggiunti, sicuramente migliorabili in futuro, guardano secondo noi a un maggior riconoscimento del fattore umano, valore chiave non solo per i numeri ottenuti – sotto gli occhi di tutti –, ma anche per una crescente autorevolezza delle testate”.

“Pensiamo di avere raggiunto, per esempio con l'introduzione della figura del collaboratore redazionale senior, una cornice retributiva più consona al ruolo svolto, con una ulteriore integrazione per coloro che esercitano un coordinamento all’interno di testate ed edizioni. Questo passaggio lo consideriamo intermedio, perché i nostri sforzi sono concentrati sull’allargamento della platea dei redattori. Per ogni tipologia di inquadramento prevista dal contratto nazionale ci sono condizioni migliorative”.

“Nel contratto integrativo, inoltre, è stato incluso un numero di assunzioni dei collaboratori storici del gruppo che l'azienda si è impegnata a fare nel biennio 2022-2023. Tale numero non risponde pienamente alle nostre richieste, ma rappresenta una base di partenza per un piano occupazionale progressivamente più inclusivo. A tal proposito, il primo pacchetto di assunzioni si è già concretizzato con decorrenza 1 gennaio 2022: un risultato importante nell'ottica di una progressiva riduzione del bacino dei precari”.

“Cogliamo l'occasione per ringraziare i rappresentanti di area per gli spunti e il contributo fornito. Da parte nostra, infine, è doveroso riconoscere la volontà dell’azienda di arrivare a un accordo, al netto delle fisiologiche divergenze tra le parti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dal referendum dei giornalisti il nuovo contratto integrativo siglato da Citynews e Cdr

ReggioToday è in caricamento