Antonimina, è calato il sipario sulla piccante iniziativa "Tre giorni di fuoco"

L'iniziativa, promossa dall'associazione Luna Gialla e dalla delegazione "Un peperoncino per lo Stretto" si è conclusa con la consegna degli attestati di merito ai partecipanti

La consegna degli attestati

Si è conclusa domenica ad Antonimina, la nona edizione dei "Tre giorni di fuoco", la manifestazione organizzata dall’associazione culturale Luna Gialla e dalla delegazione "Un peperoncino per lo Stretto", aderente all’Accademia Italiana del Peperoncino.  

L' iniziativa, patrocinata dall’Amministrazione comunale di Antonimina, dalla Città metropolitana e della Confesercenti provinciale di Reggio Calabria, si è aperta con dei menù piccanti proposti da alcuni ristoratori della provincia reggina che hanno partecipato all’iniziativa proponendo, per tre giorni, piatti piccanti e tipici a prezzi "turistici".

Il clou dell’iniziativa è stato il convegno che si è svolto, dopo un raffinato e tradizionale pranzo "Do’ Priuri", presso la sala del Municipio di Antonimina. Si è discusso dell’amicizia tra il peperoncino e i suoi consumatori, un’amicizia che nasce da una moltitudine di proprietà benefiche che lo stesso ha e che trasmette, ai suoi consumatori, con molto calore e tantissima passione (Vitamina C e antiossidanti in modo particolare).

All'evento hanno presenziato il vice sindaco Antonio Romano, in rappresentanza del Comune, il presidente della delegazione reggina dell’Accademia del Peperoncino, Sergio Ribecco, il rappresentante della Fiepet Confesercenti, Antonino Alampi ed il relatore Angelo Latella della Luna Gialla. Ha moderato gli interventi, il giornalista Demetrio Calluso. Il convegno si è concluso con la consegna degli attestati di merito, oltre che per l’Amministrazione di Antonimina, per le due aziende che da anni sostengono la kermesse: la Grandi Impianti di Mallamaci e la B&J Forniture per Ufficio di Ilenia Varacalli.

La manifestazione, che aveva avuto nella mattinata, in Piazza Littorio, lo spazio dedicato alle degustazioni, con l’allestimento del Mercatino Piccante, curato dall'accademico socio Demetrio Morello, si è conclusa con la visita guidata presso le Terme della Salute di Antonimina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando a vincere è la morte", il pensiero di un angelo del 118

  • "Non esporre i mastelli": Avr avvisa di blocchi nella raccolta dei rifiuti organici ed indifferenziati

  • Cosa nascondono i fondali, solo anfore? Per Castrizio: "L'antica Reghion è nascosta lì"

  • Finti incidenti per ottenere rimborsi: arrestati medico e paramedico, indagati 2 vigili urbani

  • Incidente nel rione Modena, scontro auto-moto: morto giovane centauro

  • Rosarno, pizzicati in un rudere con 300 grammi di cannabis: arrestati tre gambiani

Torna su
ReggioToday è in caricamento