Istituto penitenziario Panzera-Arghillà, detenuti reggini impegnati in più lavori per la società

I risultati forniti dal garante Siviglia nel corso della relazione annuale. Tante le iniziative messe in campo; si registrano gravi disfunzioni sul fronte sanitario ad Arghillà

Agostino Siviglia

"Risultati molto apprezzabili li stiamo portando avanti con i lavori volontari e gratuiti per la collettività da parte dei detenuti di Arghillà che sono aumentati sempre di più. I detenuti forse parteciperanno anche alla manutenzione del canile di Mortara che rischiava di chiudere essendo sottoposto a sequestro da parte dell'Autorità giudiziaria". Lo ha affermato Agostino Siviglia,  garante comunale dei diritti delle persone private della libertà personale di Reggio Calabria all'agenzia Dire, in occasione della relazione annuale sull'attività nell'Istituto penitenziario Panzera-Arghillà. 

Tante le iniziative messe in campo, "registriamo - ha aggiunto il garante - progressi anche con l'attività portata avanti in sinergia con l'ufficio della giustizia riparativa all'interno di in un bene confiscato alla criminalità organizzata, dove nascerà il tavolo permanente proprio sulla giustizia riparativa". C'è anche il progetto nato insieme all'Associazione nazionale magistrati "Le voci di dentro" che coinvolge detenute impegnate nel confezionamento delle pettorine sia per i magistrati che per gli avvocati.

"Rispetto allo scorso anno non mancano le negatività - ha precisato Siviglia - ancora una volta il quadro del complesso mondo penitenziario ci restituisce una marginalità' grave all'interno del carcere anche a seguito delle riforme che ci sono state e che ritengo siano ancora carcerecentriche. E sul fronte sanitario registriamo ancora dei problemi soprattutto ad Arghillà dove non è ancora garantita la copertura infermieristica 24 ore su 24 e si registrano - ha concluso il garante - gravi disfunzioni da questo punto di vista". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi truffa all’Inps, false assunzioni per ottenere indennità: 458 denunce a San Luca

  • Sant’Anna di Seminara, ricercato per furto d'auto: catturato dai carabinieri

  • Stuprata dal branco a 13 anni, costretta a fuggire al Nord per ricominciare a vivere

  • Incidente frontale tra due auto sulla Gallico-Gambarie: tre feriti

  • Pedone travolto sul viale Messina, trovata pirata della strada: è una donna di 90 anni

  • Blitz dei vigili urbani in un negozio cinese: sequestrati 2300 articoli natalizi pericolosi

Torna su
ReggioToday è in caricamento