menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il francobollo disegnato da Natino Chirico

Il francobollo disegnato da Natino Chirico

Chirico firma il francobollo natalizio per Poste italiane: “Simbolo d’amore verso la rinascita”

Una Stella Cometa per guardare oltre le ombre dello sconforto raccontata dall'artista di Reggio Calabria. Un'opera d'arte che invita a non smettere di credere nel domani

Una Stella Cometa per il Natale 2020 che diventa simbolo di speranza in uno dei momenti più bui che l’umanità sta vivendo negli ultimi tempi: la pandemia mondiale. Una pioggia di colori su uno sfondo rosso che rimanda all’unico vero motore della vita: l’amore.

E’ questo il significato intrinseco del francobollo natalizio di Poste iItaliane, emesso dal ministero dello Sviluppo Economico a partire dal 2 dicembre che porta la firma del rinomato artista reggino Natino Chirico.

Chirico Natino-2“Ho scelto una Stella Cometa - afferma Chirico, chiamato direttamente da Poste italiane per realizzare l’opera - perché è una cosa beneaugurante per un anno che definire difficile sarebbe un eufemismo. Il mio è un augurio di rinascita che affonda le radici nella tradizione cristiana”.

Chirico, pittore da 50 anni che ha costruito attraverso la sua carriera uno stile personalissimo in cui il contrasto dei colori diventa espressione di stati interiori che diventano manifesto dell’intima natura umana, ha già ottenuto grande riscontro di pubblico attraverso la sua creatura natalizia.

Ma com' è nata la rappresentazione di uno degli artisti che oggi vive a Roma e  che  ha fatto conoscere la sua pittura non solo in Italia ma in tutto il mondo? “E’ nato trutto in maniera spontanea - confessa - ho subito pensato ad una stella e l’ho realizzata attraverso la tecnica di pittura che è la mia da quando ho cominciato. L’arte è un modo per esprimersi che deriva da momenti di ira, passione, energia, ma soprattutto da tanto amore che è il contrario dell’odio, inutile e arido”.

Una stella che incarna un messaggio d’amore attraverso la pittura: “Il mio è un invito alla speranza - prosegue l'artista - anche se sta succedendo tutto questo la vita vince su tutto, la vita è sempre più forte. Un’opera che parla d’amore, perché l’amore è l’unico sentimento che produce positività e che si rinnova sempre ed è l’unica cosa che ci può salvare”. 

Raffigurazione quella del francobollo, la cui opera originale è custodita nel Museo della Zecca, che si pone sulla scia delle innumerevoli opere realizzate dall’estro creativo del pittore reggino in cui trova spazio la forza dei colori, quei colori dinamici  e carichi di energia perché c’è una bella differenza tra un quadro e un’opera d’arte: “Nel mestiere dell’artista c’è qualcosa che va oltra la rappresentazione ovvero  il messaggio che si vuole esprimere. La ricerca si pone su due linee: i mezzi tra cui le tecniche di rappresentazioni e i contenuti.

L’opera d’arte deve essere viva ,deve far sentire la sua presenza attraverso le vibrazioni che emana, deve trasmettere qualcosa. Chi soffre ha qualcosa da raccontare e io ho avuto la fortuna di soffrire molto dico sempre”, ci tiene a sottolineare.

Una vitalità che la creazione natalizia di Chirico si espime in emozioni e che racconta una storia in cui intravedere la luce della speranza. La stessa luce con cui la Stella di Betlemme condusse Maria e Giuseppe verso un rifugio sicuro  e divenne la guida per i re Magi.  La Cometa di Natino Chirico ci invita a guardare oltre le ombre del blu profondo dello sconforto per lasciarsi trasportare dalla luminosità del giallo e del bianco, perché tutto è transitorio e nulla dura per sempre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento