rotate-mobile
Top five

Cinque mete imperdibili per una Pasquetta da sogno

Dall'immancabile passaggio da Scilla alle cascate del Marmarico senza dimenticare il Parco Museo Santa Barbara. Arriva la nostra guida con gli itinerari incantati della provincia reggina per un lunedì dell'Angelo unico

Se non avete ancora programmi per la Pasquetta niente panico ci pensiamo noi a fornirvi una guida utile per passare al meglio alcuni momenti di relax e spensieratezza. Arte, contatto con la natura, gite fuori porta o grigliate. Comincia il nostro viaggio alla scoperta degli itinerari imperdibili per un lunedì dell'Angelo unico.

1. Qui storia e sentimento religioso si incontrano. Stiamo parlando di MuSaBa, il Parco Museo Santa Barbara a Mammola. Un laboratorio a cielo aperto esistente dal 1969 e creato dagli artisti Nik Spatari e Hiske Maas, nato attorno ai resti di un antico complesso monastico del X secolo. Area che si trova al centro di un luogo dal forte interesse culturale e ambientale per una serie di ritrovamenti archeologici tra cui presenze di popolazioni indigene, necropoli dei campi di urne del XII -VIII secolo A.C. e un successivo insediamento tra il VII  e il IV secolo A.C. Per il pranzo vi consigliamo un buon piatto di stocco, esplosione di gusto che esalta la tradizione reggina. (Aperto dalle 10 alle 14). Foto Pagina Facebook

Musaba pagina facebook-2

2. Il suo richiamo è così forte che è impossibile resistere. Sperando nella clemenza del meteo, Scilla resta meta imperdibile per i reggini. Una passeggiata sulla Marina Grande fino alla romantica Chianalea, uno sguardo verso quel mare dei miti che rapisce e cattura degustando un buon piatto di pesce o la prima granita della stagione.  

Scilla-23. Maestosità e potenza insieme a paesaggi incontaminati fanno delle cascate del Marmarico un posto magico. Situate nel Parco Regionale delle Serre all'interno del comune di Bivongi sono le più alte, non solo dell'intera Calabria, ma di tutto l’Appennino meridionale. Tante le possibilità per raggiungere le cascate tra le più avventurose: percorsi di trekking accompagnati da esperti della montagna oppure in fuoristrada, in entrambi i casi l'itinerario più semplice resta la partenza dal comune di Bivongi. (foto pagina Trekking Stilaro

Cascate marmarico facebook trekking stilaro-2

4. Che Pasquetta sarebbe senza grigliate all'aperto? Tra le tante alternative che il Reggino offre Gambarie resta una delle più gettonate. Aria pulita e contatto con la natura renderanno la vostra Pasquetta indimendicabile. E se avete voglia di un'escursione perchè non raggiungere Montalto. La vetta più alta della provincia di Reggio Calabria a 1956 metri sul livello del mare risiede nel comune di San Luca dentro il Parco Nazionale d’Aspromonte. Offre punti panoramici davvero unici, da ammirare la statua del Cristo Redentore creata dall'artista reggino Francesco Jerace. (Pagina Facebook Gambarie - foto C.J. Idone)

Montalto foto Gambarie_Idone facebook-2

5. Per chi invece decide di restare in città non mancheranno le alternative per non annoiarsi: una passeggiata sul chilometro più bello d'Italia e sosta da Cesare per l'immancabile gelato oppure perchè non approfittare per fare una capatina al Museo? Sempre entusiasmante fare un salto indietro nel tempo per conoscere da vicino la  Magna Grecia e i suoi più grandi protagonisti, tra cui gli intramontabili Bronzi di Riace. Il Museo resterà aperto domenica 17 aprile e lunedì 18 aprile, con orario continuato dalle 9 alle 20. (foto pagina Facebook Museo Archeologico Nazionale Reggio Calabria)

bronzi foto facebook museo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque mete imperdibili per una Pasquetta da sogno

ReggioToday è in caricamento