Scatti di Valore, i giovani insegnano anche al tempo del Covid: premiati cinque studenti

Il concorso del Csv dei Due Mari è giunto alla nona edizione, coincisa con la pandemia da coronavirus. Menzioni speciali per un'alunna del Nostro, tre del Panella e una del Conte Milano

La premiazione a Villa San Giovanni

Loro sono il futuro, la speranza e la linfa vitale dei prossimi decenni. I giovani, chiamati ad affrontare le sfide del mondo che ci circonda, danno sempre una visione dei fatti diversa dall'immaginario collettivo, lasciando degli spunti di riflessioni davvero significativi. È il caso dei quarantatré studenti protagonisti alla nona edizione del concorso fotografico "é sempre tempo per Scatti di Valore" organizzato dal Centro servizi al volontariato dei Due Mari.

Fotografie significative che vanno a catturare un periodo storico che definire catastrofico e tragico sarebbe la normalità, ma che grazie ai giovani studenti si possono cogliere valori a cui non viene sempre concessa la giusta attenzione.

La pandemia da coronavirus ha stravolto la vita dell'intera attività scolastica, ma in ben tre scuole del nostro territorio ci sono state cinque menzioni speciali per degli elaborati degni di nota.

I premiati del concorso

L'iniziativa, iniziativa ad ottobre 2019 e terminata lo scorso 6 luglio con una staffetta, ha permesso di consegnare cinque menzioni speciali: Carmela Carbone, classe II A indirizzo tecnico-economico dell’Istituto Nostro-Repaci di Villa San Giovanni; a tre studenti dell'Itis Panella-Vallauri di Reggio Calabria: Vikash Badagliacca e Jennifer Trezza, entrambi della IV A sezione grafica, e Matteo Zumbo della V A sezione grafica, e a Melissa Lumicisi della classe V E sezione grafica dell’Istituto Conte Maria Milano di Polistena.

Le modalità

Il percorso che ha contraddistinto l'intero anno scolastico, nonostante lo stravolgimento di fronte legato al Covid-19, ha registrato oltre cinquanta lavoratori svolti in altrettante classi di sei scuole secondarie di secondo grado: a Reggio i Licei Scientifici Vinci e Volta, l'Ite Piria, l'Iis Boccioni-Fermi, l'Itis Panella-Vallauri e a Villa San Giovanni l'Iis Nostro-Repaci. L'obiettivo dell'intero concorso è di connettere i valori dei giovani con quanto presente nella carta dei valori del volontario.

Nello specifico dell'anno 2020, è stata portata avanti una proficua sinergia con diciannove associazioni no profit del territorio, le quali hanno coinvolto ottanta giovani nelle loro attività di cittadinanza attiva.

Le parole

Terminato il concorso, il presidente Giuseppe Bognomi ha dichiarato: "Una lezione che la rete educativa, promossa dal Centro Servizi al Volontariato dei Due Mari, ha modo di apprendere e arricchire da quasi dieci anni, da quando il Centro reggino ha scelto di investire risorse, energie, tempo e fiducia per lavorare con i giovani alla scoperta dei valori del volontariato e della cittadinanza attiva, in un percorso denominato Scatti di Valore”

Il direttore Giuseppe Pericone ha spostato l'attenzione sugli imprevisti causa Covid-19: "L’emergenza sanitaria ha imposto un improvviso stop a tutte le attività programmate e il prolungarsi del lockdown non ha permesso una ripresa prima della fine dell’anno scolastico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo tempo sospeso è stato tuttavia un tempo utile per i giovani protagonisti di Scatti di Valore che, rispondendo all’invito del Csv, hanno condiviso testimonianze e riflessioni sui valori: un’occasione preziosa per non fermarsi, come hanno sottolineato in modo corale i tre dirigenti delle scuole coinvolte nella premiazione Maristella Spezzano, Anna Nucera e Francesco Mileto, un modo per esercitare la resilienza anche in un momento così difficile, per continuare a fare pratica di cittadinanza e per allenare quelle sensibilità e quelle competenze trasversali e universali che fanno della scuola e della comunità, quando mostrano di essere capaci di lavorare insieme, speciali e insostituibili palestre di formazione umana e civica."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Calabria 11 nuovi casi e focolaio a Reggio dopo un apericena: 8 i positivi

  • Covid, ordinanza della Santelli: obbligo di mascherine e tamponi per chi rientra da 4 Paesi

  • Covid, focolaio dopo una festa di compleanno: i titolari del Papo's Cafè fanno chiarezza

  • Comunali, Falcomatà presenta la lista Innamorarsi di Reggio: i nomi dei candidati

  • Rientri, sbarchi e assembramenti: nuova ordinanza della Regione Calabria

  • "Mare spettacolare: voto 10", Bobo Vieri in vacanza incorona la bellezza di Palmi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento