rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Paese che balla / Caulonia

Pronti a cantare e ballare? Torna il Kaulonia Tarantella Festival 2022

La direzione artistica dell'attesa kermesse, che si terrà dal 25 al 28 agosto, è affidata al re della tarantella Mimmo Cavallaro che sarà affiancato dalla prestigiosa guida di Massimo Bonelli

Torna il Kaulonia Tarantella Festival e, quello dell’edizione 2022, sarà un vero e proprio ritorno alle origini per il più noto e importante festival della musica popolare in Calabria.

Kaulonia back to Tarantella Festival: sarà questo il titolo/tema della XXIV edizione di uno degli eventi di punta dell’estate calabrese, il festival che ogni anno attira migliaia di appassionati di musica popolare prevenienti da tutta la penisola nel consueto e suggestivo scenario di Piazza Mese, nel cuore del borgo antico di Caulonia.

Il Kaulonia Tarantella Festival 2022 si svolgerà dal 25 al 28 agosto e rappresenterà un vero e proprio omaggio alla tarantella, danza ancestrale che ha attraversato secoli, usi e costumi delle diverse società che l’hanno ballata per arrivare fino ai giorni nostri a raccontarci ancora molto di quello che siamo stati e ad indicarci possibili strade da percorrere in futuro per non sbagliare percorso.

La direzione artistica della kermesse

Per avviare al meglio il nuovo corso e riportare la tarantella al centro del famoso Festival del “paese che balla”, l’amministrazione comunale di Caulonia che da sempre promuove e organizza l’evento, ha scelto di affidarsi all’esperta e prestigiosa guida di Massimo Bonelli (massimobonelli.it), noto manager musicale e direttore artistico del Concertone del Primo Maggio di Roma e di tanti altri tanti importanti eventi di caratura nazionale.

In passato Bonelli aveva già seguito in prima persona l’organizzazione del Festival nelle edizioni dal 2010 al 2016. Per il 2022 assumerà il ruolo di event manager dell’evento oltre ad affiancare il re della tarantella calabrese Mimmo Cavallaro nella direzione Artistica del Kaulonia Tarantella Festival.

"Ho accolto con entusiasmo l’opportunità di tornare ad occuparmi del Kaulonia Tarantella Festival. E’ un evento - ha dichiarato Bonelli - a cui sono molto legato e la sfida di riportarlo agli antichi fasti dopo qualche recente edizione un pò appannata, mi ha subito convinto ad accettare l’incarico, nonostante il pochissimo tempo a disposizione e le significative ristrettezze economiche per la realizzazione dell’evento di quest’anno.

In queste ore sto lavorando con entusiasmo alla costruzione del nuovo impianto generale organizzativo dell’evento oltre che, assieme a Mimmo Cavallaro, ad un cartellone artistico che possa riportare il Kaulonia Tarantella Festival ai valori su cui fu ideato ormai quasi un quarto di secolo fa. Un evento pensato per il popolo, nato per omaggiare la cultura e la tradizione musicale popolare di questa bellissima terra.

Assieme all’amico Mimmo Cavallaro, stiamo coinvolgendo artisti e amici che già conoscono e amano l’evento e che, come noi, siano disposti a venire a dare il proprio contributo per far partire il nuovo corso di questo fantastico festival. Il Kaulonia deve tornare quanto prima ad essere la principale vetrina nonché evento di riferimento del movimento legato alla musica popolare calabrese.

Per i prossimi anni, la missione del Kaulonia Tarantella Festival dovrà essere non soltanto la rappresentazione della tarantella nella sua veste storica, ma anche di fare da palcoscenico per la musica popolare del futuro, una musica viva e capace di apportare nuova linfa creativa all’intero panorama musicale italiano".

Per Mimmo Cavallaro: "Il KTF, anche in questa edizione 2022, ancora una volta, si trova in grosse difficoltà per la mancanza di adeguati finanziamenti. La mancata pubblicazione del bando Regionale per i grandi eventi storicizzati, ha messo in serie difficoltà il nostro Festival. Come già detto tante altre volte, gli eventi regionali di grande valore e spessore culturale, non possono essere lasciati in balia dei bandi, hanno bisogno di certezze economiche affinchè gli organizzatori possano programmare per tempo eventi di qualità.

A parte questo aspetto non di poco conto, con le poche risorse disponibili concessi dalla Città metropolitana di Reggio Calabria, e grazie anche alla disponibilità e alla generosità di tanti artisti che amano il festival e Caulonia, stiamo programmato una edizione ricca di eventi importanti che daranno al pubblico e alla cittadinanza l’opportunità di trascorre le serate nel borgo di Caulonia in allegria e spensieratezza.

Sarà una edizione ricca di ritmo di tarantella e di artisti che rappresentano a pieno lo spirito della nostra terra e della cultura popolare del sud. Anche in questa edizione, i seminari, i corsi sulla danza e sugli strumenti tradizionali saranno l’anima pulsante del Festival".

Cavallaro, invita poi tutti "dal 25 al 28 agosto per vivere con noi l’atmosfera unica che solo il borgo di Caulonia sa regalare tutti i giorni dell’anno, ma soprattutto in quelli del Festival, dove oltre che ascoltare buona musica si
possono degustare cibi e vini prelibati del territorio".

Kaulonia tarantella Piazza-2

Ecco, infine, le dichiarazioni di Antonella Ierace, assessora con delega a cultura e spettacolo del Comune di Caulonia: "E’ con grandissimo orgoglio che rendiamo note le date di svolgimento di uno dei più grandi eventi di musica popolare. Un evento unico e straordinario nel suo genere, che dopo anni di silenzio, torna a parlare di sé e dello straordinario borgo che lo ospita e gli da vita. Un borgo ricco di storia, tradizione e cultura, che sarà animato tutti i giorni dell’evento a partire dalle ore 17 grazie all’organizzazione dei corsi di ballo, di chitarra battente e organetto. 

Un ritorno alle origini, a quando ogni singola pietra di Piazza Mese riproduceva quelle note inconfondibili coinvolgendo chiunque si trovasse li. E’ una grande sfida la nostra, con le ristrettissime risorse economiche che attualmente si hanno a disposizione, siamo riusciti a chiudere un cartellone ricco di appuntamenti importanti e artisti di grande spessore, che pubblicheremo a giorni. Siamo convinti che l’accoppiata Bonelli- Cavallaro per la direzione artistica, rappresenti l’elemento determinante, il giusto mix tra esperienza e passione, due elementi fondamentali per decretare il successo di una manifestazione di tale portata.

Dopo due anni di una pandemia senza precedenti, che di fatto ha svuotato le piazze di tutta Italia e non solo, il Kaulonia Tarantella Festival, con il suo ritorno alle origini, sarà l’evento che riempirà quella piazza, la farà ballare come un tempo in una cornice straordinaria gettando le basi di quello che sarà il nuovo percorso di questo grande evento, che darà lustro al panorama musicale italiano. Vi aspettiamo per rivivere insieme le grandi emozioni del passato".

Promosso dall'Amministrazione comunale, il Kaulonia Tarantella Festival non è semplicemente un ricco cartellone di artisti e concerti, ma è molto, molto di più: assolutamente unico nel suo genere, è il paese stesso che fa da coreografia attiva e fondamentale ad un Festival che dura 4 giorni, si svolge nelle strade e nelle piazze del paese, partendo ogni giorno dalle ore 17 per concludersi solo all’alba del mattino seguente, con un calendario ricco di concerti e incontri, oltre corsi di ballo tradizionale e di strumenti tipici, popolari.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronti a cantare e ballare? Torna il Kaulonia Tarantella Festival 2022

ReggioToday è in caricamento