Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

Petrali, il gusto inconfondibile del Natale in tavola tra leggende e antiche ricette

Una tradizione diventata un rituale delle festività. Dalle origini alla ricetta della mezzaluna natalizia che mette d'accordo tutta la famiglia

Si preparano già dall’inizio di dicembre in città e provincia perché non possono mancare nelle tavole dei reggini durante le festività. Che Natale sarebbe senza i petrali?  Biscotti tipici della tradizione calabrese nella loro inconfondibile forma di mezzaluna, diventati nel tempo un vero e proprio rito in questo particolare periodo dell’anno. 

Tante le leggende che avvolgono la loro nascita, la più nota vuole che a realizzarli per primo fu un prete insieme alla sua perpetua. Da qui il nome del dolce dal soffice impasto con un cuore di frutta secca, vino cotto, buccia di arancia e mandarini, il cui ripieno può essere personalizzato anche con cacao, caffè, vino cotto o marsala.  

Un biscotto coloratissimo la cui realizzazione in casa appassiona i bambini e diventa un momento di condivisione per tutta la famiglia, che può assumere svariate forme dando libero spazio alla fantasia e può essere impreziosito con zuccheri colorati o con la glassa. Ma qual è la ricetta dei petrali? Scopriamo insieme come prepararli in pochi semplici passi.

Petrali 02-2

Ricetta 

Ingredienti per la frolla: 1 kg di farina; 150 gr di burro; 175 gr di zucchero; 5 uova; lievito per dolci, buccia grattugiata di limone.

Ingredienti per il ripieno: vino cotto; miele; cannella; chiodi di garofano; 300 gr di fichi secchi, 100 gr di noci; 100 gr di mandorle; 150 gr di uva passa; 50 gr di cacao amaro; frutta candita, tagliata a pezzetti.

La preparazione

Si comincia con il ripieno: tritare i fichi con le mandorle e le noci e ammorbidite con il vino cotto. Unire all'impasto la frutta candita, lo zucchero, il cacao, garofano e cannella.

Amalgamate e lasciate macerare per tre o quattro giorni, mescolando di tanto in tanto. Prima di riempire i petrali, mettete sul fuoco una pentola, versate dentro il composto e fatelo bollire per 5 minuti. 

La sfoglia si prepara con uova, burro, zucchero e lievito per dolci e buccia di limone grattugiata. Lavorate la pasta e lasciatela riposare per mezz’ora. Quando è pronta fate dei cerchi e riempite la metà con il ripieno, se volete mantenere la classica forma a mezzaluna, altrimenti usate la forma che preferite.

Dopo aver spennellato il composto con uovo sbattuto, decorate a vostro piaciemento, una volta realizzati basta imburrare la teglia e infornare a 180° per 20 minuti circa. I vostri petrali sono pronti per essere gustati. Buon appetito!
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrali, il gusto inconfondibile del Natale in tavola tra leggende e antiche ricette

ReggioToday è in caricamento