Consegnato al professore Pasquale Spinelli il Premio internazionale della Bontà

Tre riconoscimenti speciali: al capo della polizia Gabrielli, al procuratore Gratteri ed a monsignor Marcianò, ordinario militare. L'associazione Fervicredo fra i protagonisti del 2019

La consegna del premio a Franco Gabrielli, (foto pagina Fb questura)

Grande partecipazione di pubblico e di istituzioni alla consegna del Premio internazionale della bontà, promosso dal Comitato della Croce di Cavarzere che, ogni anno, assegna un riconoscimento a chi si è distinto in attività tese all'aiuto del prossimo. Il riconoscimento nato nel 2002 è diventato, grazie anche alla collaborazione delle forze dell'ordine e di organizzazioni regionali, uno strumento per rendere note vicende della quotidianità  che meritano di essere indicate come esempio.

Fra i protagonisti dell'edizione 2019 anche l’associazione Fervicredo, Feriti e vittime della criminalità e del dovere. Quest'anno la manifestazione, ospitata in molte città d'Italia, si è svolta nella nostra città, a testimonianza di un legame di solidarietà e amicizia tra il Veneto e la Calabria, ed è stata dedicata a tutti i magistrati, appartenenti alle forze di polizia e a tutte le vittime della criminalità e del terrorismo, che hanno perso la vita per adempiere al loro dovere, affermando così i valori universali della legalità e giustizia. 

La commissione, ha deciso di conferito il Premio al professor Pasquale Spinelli, primario emerito dell'Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano e tra i collaboratori di Umberto Veronesi e tre premi speciali al capo della polizia, Franco Gabrielli, al procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, a monsignor Santo Marcianò, ordinario militare per l'Italia.

Come riporta l'Adnkronos, riconoscimenti anche a Giancarlo Affatato, segretario del biochimico, Giovanni Barco vincitore del Premio Bontà 2018, a Veronica Errigo, medico presso la Struttura complessa di anatomia patologica dell'Asl 2 di Savona, al tenente dei carabinieri Ivana Fava, alla organizzatrice di eventi Franca Lovisetto e al sociologo Francesco Rao. I premi sono stati consegnati dall'associazione Fervicredo, con il suo presidente, Mirko Schio e con Franco Maccari, cofondatore e consigliere della onlus.

"Per essere qui a Reggio Calabria abbiamo attraversato l'Italia - ha detto il presidente Schio - proprio come speriamo l'attraversi il messaggio che da questa bella manifestazione deve partire, che cioè chi incarna valori positivi, principi di solidarietà, coraggio e altruismo, e soprattutto di grande senso del dovere e spirito di servizio, è il giusto esempio da imitare. Consegniamo questi riconoscimenti alle persone, esaltando i valori altissimi che hanno saputo incarnare e che tutti, è importante dirlo, possono rappresentare nella loro vita". 

"Tutti possono essere 'eroi' nella quotidianità, con gesti che apparentemente sono semplici, ma invece, purtroppo, oggi non sono scontati - ha concluso Schio - Gesti che vengono da scelte precise improntate al rispetto e alla cura dell'altro, gesti tesi anche alla vicinanza, alla consolazione, all'aiuto inteso in tanti modi, gesti che testimoniano la consapevolezza del valore degli sforzi di ciascuno. Gesti che meritano di essere onorati, come questo Premio fa, perché esaltare la nobiltà d'animo e i sacrifici di chi ha dato tanto per gli altri è il minimo per una società che possa dirsi sana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raccolta differenziata porta a porta: modificata la sede di consegna kit

  • Pedone travolto sul viale Messina, trovata pirata della strada: è una donna di 90 anni

  • Incidente sulla Messina-Palermo: morto Claudio Paci, percussionista dei Mattanza

  • Gioielliere “evasore totale” incastrato dalla guardia di finanza

  • Distaccamento vigili del fuoco di Rosarno, i sindacati fanno appello ai politici

  • Salvini in città, Imbalzano: "Soddisfazione ed entusiasmo per la visita del leader della Lega"

Torna su
ReggioToday è in caricamento