Consegnato il Premio Simpatia della Calabria, tra gli insigniti Papa Francesco

La cerimonia, condotta da Marco Mauro e Francesca Laurendi, si è svolta nel foyer del teatro Cilea. Cinque le eccellenze calabresi premiate

I protagonisti della serata

La XIII edizione del premio Simpatia della Calabria, ospitata nel foyer del Teatro Francesco Cilea, difficilmente si scorderà: le emozioni che hanno accompagnato la cerimonia di presentazione ha fatto brillare gli occhi, ed i cuori, degli insigniti e degli invitati. Il premio e le motivazioni che lo caratterizzano, secondo importanti osservatori nazionali, rappresenta il nuovo Rinascimento della Calabria.

La conduzione della serata, affidata ai bravissimi Marco Mauro e Francesca Laurendi, è stata caratterizzata dalla grande sorpresa, anticipata dall’Associazione e saggiamente curata da Enzo Romeo, caporedattore del Tg2 e vaticanista che, proprio in questi giorni, ha seguito il Santo Padre nel suo viaggio pastorale in Centro Africa. Grazie alla sua collaborazione e “complicità”, Sua Santità Papa Francesco è stato insignito del Premio, con la pergamena ed il classico orologio Perseo, pensiero, peraltro, da Lui particolarmente gradito, in quanto figlio di ferroviere. Grande l’emozione di tutti i presenti, in particolare del presidente Pino Strati, che ha ritirato il Premio per il vaticanista Romeo e per il Papa direttamente dalle mani del sindaco Giuseppe Falcomatà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia è proseguita con le premiazioni di personaggi illustri della nostra Calabria: il professore Pierfilippo Crucitti,  l'imprenditrice Stefania Rota, il professore Pietro Cozzupoli, l'artigiano Fabio Taverna,  lo chef Patron Filippo Cogliandro. Testimonial della kermesse, e grande amico di Incontriamoci Sempre, il maestro orafo, noto a livello internazionale, Michele Affidato, reduce da una stagione ricchissima di eventi di successo, tra i quali il Taormina Film Festival, che ha stupito la platea dello splendido foyer con la sua ultima collezione di gioielli, indossati per l’occasione da modelle in passerella. Un momento, quello della sfilata, di altissima classe ed eleganza. Alla serata erano presenti il sindaco Giuseppe Falcomatà, il vicesindaco Armando Neri, l'assessore Irene Calabró, l'imprenditore Giacinto Callipo, lo storico Daniele Castrizio, l'imprenditore Santo Frascati ed il presidente del Bocale Calcio Filippo Cogliandro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli organizzatori hanno rivolto i ringraziamenti al pittore Natino Chirico, che, com'e' noto, ha curato il logo del Premio Simpatia della Calabria, con il simbolo “La Calabria nel Cuore”. La serata si è conclusa con un buffet,grazie alle prelibatezze dei maestri pasticcieri dell'Apar, capitanati da Angelo Musolino, Lillo Giordano, Santoro, Pino e Melina Sarica, Pirello, Davide De Stefano , Antonello Fragomeni e l'instancabile Mariuccia Buonsanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

Torna su
ReggioToday è in caricamento