“Piccoli lettori, grandi cittadini”, biblioteca De Nava in prima linea per la raccolta fondi

I libri da raccogliere, destinati a bambini fino ai sei anni, saranno collocati in diverse zone del territorio. Obiettivo incrementare il patrimonio librario dei Punti Lettura e dei presidi NpL

La biblioteca comunale Pietro De Nava

Opportunità culturali per valorizzare le risorse e creare nuove possibilità di crescita, puntando con forza sui giovani. Con l'intento di incentivare la lettura per i bambini di età da 0 a 6 anni, l'Amministrazione comunale ha condiviso l'attività del gruppo locale Nati per Leggere, ospitando da oltre due anni un presidio alla biblioteca comunale Pietro De Nava.

L'impegno del Comune, con particolare attenzione da parte dell'assessore alla valorizzazione del patrimonio culturale Irene Calabrò, ha consentito di entrare in contatto con la scuola di Fundraising di Roma e dare seguito alla candidatura del gruppo NpL di Reggio Calabria alla campagna di raccolta fondi Biblioraising IV con il progetto “Piccoli lettori, grandi cittadini”.

L’istituzione titolare dell'iniziativa è, appunto, la biblioteca De Nava, che lo propone in collaborazione con la biblioteca comunale di Gioia Tauro e con bibliopedia, biblioteca dell’Oratorio Salesiano di Bova Marina.

Il progetto prevede una raccolta fondi per l’acquisto di libri di “buona qualità”, adatti alla fascia di età 0-6 anni, per incrementare il patrimonio librario dei Punti Lettura e dei presidi NpL già esistenti nell’area metropolitana, in modo da poter effettuare il prestito supportando le famiglie meno abbienti. 

Altri obiettivi riguardano nuove iniziative di letture itineranti in luoghi disagiati o in strutture pubbliche dove la presenza dei piccoli e delle loro famiglie è obbligata; ma anche raggiungere gli irraggiungibili, coinvolgendo sempre più famiglie del territorio metropolitano in cui la lettura non è praticata, secondo le buone prassi del Programma nazionale Nati per Leggere. 

I libri saranno destinati al Punto Lettura della biblioteca De Nava, al Punto Lettura “A piccoli passi” presso il Centro Diurno per minori “Lilliput” a Croce Valanidi, al Presidio presso la biblioteca dei Ragazzi, ai due Punti Lettura dell’area grecanica attivi rispettivamente nella Bibliopedìa a Bova Marina e a palazzo Pannuti a Bagaladi, oltre al Presidio della biblioteca comunale di Gioia Tauro a Palazzo Baldari.

Ogni libro donato sarà una preziosa chiave per entrare e agire in territori fortemente urbanizzati dove i rapporti di prossimità e il tempo delle relazioni sono spesso schiacciati dalle emergenze quotidiane, o al contrario, in zone isolate dell’entroterra, dove lo spopolamento è sempre più isolamento, dove il senso di comunità si è molto indebolito e dove le opportunità culturali sono spesso pari a zero. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aderendo alla raccolta fondi si usufruisce delle detrazioni fiscali del 65% secondo la disciplina dello strumento dell’Art bonus. Il progetto è pubblicato sul portale: https://artbonus.gov.it/2245-biblioteca-comunale-pietro-de-
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insultano la Calabria sui social, lo sfogo di una lettrice: "Niente da invidiare a nessuno"

  • Coronavirus, scatta l'allarme a Melito Porto Salvo: primi contagi in una casa per anziani

  • Montebello "zona rossa", eseguiti oltre 40 tamponi: tutti con esito negativo

  • Covid-19, il diktat "Passa pa casa" del sindaco diventa virale e finisce su The Guardian

  • Coronavirus, il comune di Montebello Ionico chiede dati censimento sui tamponi effettuati

  • Coronavirus, il sindaco Falcomatà chiede i tamponi per tutti i cittadini calabresi

Torna su
ReggioToday è in caricamento