"Ripuliamo le spiagge" fa tappa a Reggio: opportunità di pulizia a Palmi e Catona

Il gruppo VéGé e Legambiente hanno deciso di portare avanti un tour in giro per l'Italia, andando a ripulire 60 litorali del Bel Paese, tra cui territori sia di Reggio che di Cosenza

Un'attività del progetto

I chilometri di spiagge che si ritrova a disposizione la Calabria, in particolare la provincia di Reggio, non sono infiniti ma quasi. Il patrimonio naturale che presenta e ci regala il nostro territorio, andrebbe salvaguardato con maggiore rispetto e sfruttato in modi più proficui per aumentare il turismo e valorizzare delle bellezze inestimabili. Un passo in avanti è dato dal voler puntare sulla pulizia dei territori adibiti alla balneazione e, in questo senso, il gruppo VéGé e Legambiente s'impegnano attivamente per dare una sistemata a ben 60 spiaggia d'Italia, nell'ambito del tour "Ripuliamo le spiagge".

Dal 12 settembre al 17 ottobre, le due realtà seguiranno una tabella di marcia ben precisa. L'iniziativa è rivolta non solo ai dipendenti del Gruppo VéGé ma anche ai cittadini dei territori interessanti, i quali potranno contribuire a spazzare via tonnellate di rifiuti, evitando di farli entrare in mare. La Calabria sarà una delle tappe del tour italiano dal 17 al 19 settembre, passando in rassegna alcune spiagge di Cosenza e Reggio Calabria. In particolare, nel territorio reggino si andrà alla Tonnara di Palmi giovedì 19 alle 10 e a Catona durante la stessa giornata, ma alle 15. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si stima che i litorali italiani siano invasi da 968 rifiuti ogni 10 metri lineari di spiaggia, di cui l'81% fatti di plastica. L'usa e getta uccide letteralmente le coste, trovando 34 stoviglie ogni 100 metri e 10.000 tra bottiglie e contenitori per bevande. Numeri mostruosi e scontentanti che col passare del tempo aumentano e annientano come se niente fosse le bellezze naturali e i fiori all'occhiello del nostro Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Covid e Fase 2, che cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno 2020: ecco tutte le novità

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • "Biciclette vietate sul lungomare Falcomatà", Zimbalatti: "Sanzioni per i trasgressori"

Torna su
ReggioToday è in caricamento