Samara Challenge, avvistamenti in aumento: l'appello del Codacons alle forze dell'ordine

Di Lieto dell'associazione invita i calabresi a indignarsi non soltanto per le stupidate delle novelle “Samara”, ma soprattutto a reagire contro chi ha depredato la nostra terra

Samara

"Impazza questa moda idiota del “Samara challenge”.Andare a spasso di notte a spaventare la gente non ha nulla di divertente ed anzi rischia di creare pericoli per la pubblica incolumità, oltre a richiedere spesso l’intervento delle forze dell’ordine". La denuncia arriva da Francesco Di Lieto del Codacons.

"Sono state segnalate persone, evidentemente dotate di scarsa intelligenza, che girano mascherate come la protagonista del film “The Ring”, spaventando i passanti e provocando la rabbia dei cittadini, che in alcuni casi hanno dato vita a vere e proprie retate che non si sono concluse in modo tragico solo grazie all’intervento di Polizia e Carabinieri", afferma il Codacons.

“Questa nuova moda configura dei veri e propri reati e appare estremamente pericolosa – spiegano dal Codacons – si va dal procurato allarme - considerato che spesso queste apparizioni obbligano le forze dell’ordine ad intervenire su richiesta dei cittadini spaventati - alla molestia e alla violenza privata, passando per il blocco stradale laddove si creino problemi di traffico a seguito degli avvistamenti. Chi gira mascherato, inoltre, rischia di essere aggredito dai passanti e subire serie lesioni fisiche".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento