rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Eccellenze reggine

Dalla moda all'amore per l'olio e la sua terra: la storia di Giulia imprenditrice per passione

La scelta della 49enne reggina che ha deciso di abbandonare la carriera di stilista per dedicarsi alla produzione biologica: "Rifarei tutto è una soddisfazione impagabile creare prodotti di qualità con le mie mani"

La passione, la tenacia e la voglia di tornare nella sua terra per continuare la tradizione di famiglia. Oggi vi raccontiamo la storia di Giulia Alberti, reggina doc, che ha deciso di abbandonare la sua carriera nel mondo della moda, fuori città, per dedicarsi alla produzione del suo olio, Frantoio del Borgo, insieme alla mamma, nell'azienda di famiglia Francesca de Leo Alberti a Bagnara. 

"Ho studiato all'Istituto europeo di Design - racconta  la 49enne a ReggioToday - avevo una carriera avviata fuori  Reggio. Per anni ho lavorato all'ufficilio stile dell'Ittierre di Isernia e poi mi sono spostata in Puglia per occuparmi del settore degli abiti da sposa, poi nel 2005 ho deciso di tornare nella mia città".

Una scelta, inizialmente dettata questa anche dalla voglia di investire nel campo tessile al Sud, ma che poi ha portato Giulia a prendere un'altra strada che da bambina l'aveva sempre affascinata: l'agraria. "Ho provato a investire nel mio campo - prosegue - ma poi in realtà per diversi motivi ho preferito cambiare direzione continuando una tradizione di famiglia, cominciata dal mio bisnonno con la produzione di legname e proseguita col nonno e con la mamma che negli anni '90  ha fondato l'attuale azienda agricola. Avevo voglia di tornare a casa e di cambiare vita lontana da stress e scadenze pressanti e di coltivare una passione che ho sempre avuto".

Giulia e il suo Frantoio del Borgo

Una decisione di cuore quella di Giulia che oggi dedica anima e corpo alla cura della sua terra per creare un olio biologico di qualità: "Se tornassi indietro lo rifarei - confessa - con questo lavoro si dà al tempo un valore diverso e poi tutti i sacrifici sono ben ripagati quando chi assaggia il mio olio mi fa i complimenti per la riuscita.

In questo momento siamo nella fase  di lavorazione del terreno e ci prepariamo alla raccolta e alla campagna olearia dell'autunno. Certo con la natura bisogna avere pazienza perchè è insidiosa e imprevedibile, ma lavorare in campagna con la soddisfazione di creare un prodotto tuo è indiscrivibile".

Un esempio di imprenditoria femminile meridionale che non smette di sfornare successi: "Il nostro è un olio con  certificazione biologica che piace alle mamme alle famiglie, ai single, insomma a tutti. Riceviamo richieste per ristoranti gourmet da tutta l'Italia, Trentino, Lazio e non solo. Tanti sono i privati che ci chiamano da fuori e dall'estero. Ad amare i nostri prodotti anche Germania e Svizzera".

Ma cosa rende questo lavoro diverso dagli altri? "La serenità di poter apprezzare le piccole cose senza lasciarsi sopraffare dalla  frenesia della quotidianità - aggiunge l'ex stilista -  amo passare una bella giornata nel mio orto per vedere crescere i miei prodotti giorno dopo giorno. Sicuramente è una vita stancante ma  a renderti felice la certezza di aver fatto un buon lavoro".

Un lavoro di squadra il suo che la  vede ogni giorno impegnata in molteplici attività, sostenuta da operai ed esperti del settore: "Realizziamo oltre all'olio anche altri prodotti a base di olio, dal dolce al salato: marmellata al bergamotto, confetture di cipolle rosse, il panettone e il battuto di olive verdi. Abbiamo un punto vendita a Reggio  e ci dedichiamo anche al settore commerciale".  

In passato c'era anche la creazione di cosmetici a base di olio, al momento interrotta a causa di minore produzione di olio determinata dai cambiamenti climatici. Ma cosa consigliare a chi, stanco dello stress della società moderna, vorrebbe seguire il suo esempio? "Fatevi consigliare da esperti del settore - conclude - come ho fatto io in mancanza di studi specifici. In questo mestiere ci vogliono pazienza, passione e sacrificio. Questi sono fondamentali nella natura, se tu la rispetti lei ti potrà rispettare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla moda all'amore per l'olio e la sua terra: la storia di Giulia imprenditrice per passione

ReggioToday è in caricamento