menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Laura Pizzimenti

Laura Pizzimenti

Fierce Woman, tra fierezza e protagonismo femminile

Cresce la rete di donne per le donne ideata da Laura Pizzimenti, che promuove l’impegno, il coraggio e la sensibilità dell’universo femminile reggino

Così delicate, eppure così ostinate e resistenti. Sono le donne fierce, fiere e “cazzute” come ama definirle Laura Pizzimenti, presidente dell'associazione di promozione sociale Fierce Woman.

Architetto, progettista, organizzatore di eventi e pr, “Lauretta”, come la chiamano gli amici, ha plasmato una idea nata tanto tempo fa, per dare voce all’universo femminile del nostro territorio. Un sogno a lungo accarezzato che ha attraversato differenti percorsi prima di giungere alla concretizzazione fattiva dell’associazione, al cui centro c’è la donna.

Professioniste, imprenditrici, mamme, tutte autentiche, sensibili, coraggiose e resilienti, la cui bellezza nasce nell’anima, scorre attraverso ogni parte del corpo, fino a quando non viene trasmessa al resto del mondo. Donne che operano quotidianamente con enormi sacrifici, “perché - sostiene Laura Pizzimenti - ancora oggi faticano più degli uomini per potersi realizzare e dimostrare il loro valore”.

La parte rosa della nostra città si associa per fare rete, sviluppare, creare un nuovo mondo di riferimenti. Una esigenza associativa che passa necessariamente dalla condivisione e dal confronto tra le parti. “Mi sono chiesta cosa potessi fare per dare visibilità a tutte quelle donne che, ogni giorno, fanno la differenza nel settore in cui operano - racconta Pizzimenti - ed insieme a Loredana Guinicelli, che tramuta in grafica i contenuti condivisi, abbiamo creato Fierce Woman, per raccontare la fierezza delle donne”.

E il logo dell’associazione, simbolico e provocatorio assieme, è altamente rappresentativo delle idee alla base del sodalizio femminile. Si tratta di una raffinata raffigurazione di ramificazioni dell’alce, congiunte da tre rose ed accompagnata dallo slogan “Fierce: a new way to be woman”, durezza e
delicatezza che vanno di pari passo.

Fierce Woman logo-2Il format di Fierce Woman parte due anni fa con un appuntamento mensile a tema. Il primo episodio, intitolato The Strenght, ha ospitato Angela Pellicanò, Loredana Guinicelli e Alessandra Stilo. Ed a seguire altre puntate, Equilibrium con Noemi Azzurra Neto Dell’Acqua, Ilaria Speranza e Angela Faraone; The Union con Angela Panzera, Deborah Squillace, Daniela Naccarato, Ida Caterini ed Enrica Benedetta Vadalà; Light con Tina Sgrò, le donne Tripodi e Nelly Falzea; The Courage con Noemi Azzurra Neto Dell’Acqua, Cristina Romeo, Tiziana Pansino, Maria Ambroggio, Maria Teresa Furfaro ed un ospite speciale, la presidente della Camera Nazionale Giovani Fashion Designer, Alessandra Giulivo.

Ed ancora per l’episodio The Persistence sono state protagoniste Gabriella Codella e Mary Sciarrone; Umanity con Alessandra Tavella, Claudia Raspa e Grace Asciutto; The Grace con Paola Canale e Paola Redi; The Fluidity con Jessica Logoteta, Desiree Nobile e Laura De Stefano; Allure con Natalia Spanò,

Patrizia Sorrentino e Angela Malara e The Network, “che ha riunito tutte le donne celebrate nei vari episodi, realizzando, così, una rete con e fra le donne”. Adele Briganti e Nancy Stilo sono state, invece, le protagoniste di Savoire-Faire, dando il via alla seconda stagione del Fierce Woman.

Fierce Woman 02-2Temi scelti per celebrare la donna, ognuna con una personalità, sfumatura e vissuto differenti, ma unite dal segno distintivo di #natesottoilsegnodifierce, slogan coniato dalle ideatrici dell’associazione “perché ognuna di loro rappresenta una stella di ogni costellazione”.

Il Fierce Woman 2.0 ha subito, al momento, una frenata a causa dell’emergenza sanitaria in corso ma, se le opportunità di incontrarsi sono limitate, le idee continuano lo stesso a “camminare”, anzi non si sono mai fermate grazie all’energia contaminatrice di Laura Pizzimenti, della vice presidente Angela Faraone e di tutte le donne fierce che, ormai, hanno abbracciato in pieno l’iniziativa.

“La seconda stagione - spiega la presidente - prevede delle novità. Accanto ad ogni donna fierce c’è una madrina per creare continuità tra i due intervalli, per continuare ad allargare la rete ed il network. Inoltre, ad arricchire gli appuntamenti c’è uno ‘special guest friend’ perché le Fierce Woman non sono in lotta con gli uomini, ma prediligono figure maschili che non abbiano paura di loro”.

Il primo fierce man è Benvenuto Marra, “un uomo che dà spazio alle donne, un amico delle donne - sottolinea Laura Pizzimenti - un altro concetto che va sdoganato è che noi non siamo contro i maschi, ma siamo supportate dagli uomini. Il femminismo si fa con e non contro gli uomini”, chiosa la presidente fierce.

Donne che camminano insieme alle loro idee. “Abbiamo sposato diverse iniziative sociali, dalla prevenzione contro i tumori al seno ai diritti per l’infanzia fino al contributo per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, celebrata il 25 novembre scorso. Siamo convinte che la rete fra donne e uomini civili possa salvarle dai drammi vissuti, spesso, all’interno delle mura domestiche. E la condivisione da parte del mondo maschile è stata ampia e senza nessuna resistenza”.

arena stretto nonseisola Fierce Woman-2In progetto, poi, ci sono altre cause da sostenere ed episodi da raccontare e l’obiettivo è diventare un movimento. “Vogliamo creare uno sportello dove le donne possano confrontarsi con la psicologa, l’avvocato, la commercialista, figure professionali differenti a seconda dell’esigenza emersa, con un’accoglienza gratuita, d’ascolto e motivazionale”.

Donne fiere, feconde e complicate. “La donna è portatrice di vita non solo in senso fisico, è fonte di rinascita, di resilienza ma al contempo è complessa. Deve avere una forte tempra per non farsi schiacciare dalle aspettative degli altri, e diventare ciò che è destinata ad essere: se stessa e scevra da condizionamenti.

Siamo all’inizio di un percorso in salita, ne siamo consapevoli - conclude Laura Pizzimenti - però siamo entusiaste e motivate, le donne sono sempre più protagoniste della propria vita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nasce la "Fede Reggina", gioiello ispirato al lungomare Falcomatà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento