rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Giardino

Doccia in giardino: ecco perché conviene installarla presso le case reggine

Una guida all'acquisto e alla scelta della doccia esterna adeguata in base alle proprie esigenze. Quali materiali scegliere? Cosa considerare?

REGGIO CALABRIA - La doccia esterna è diventata uno dei prodotti più utilizzati dalle famiglie nel corso della bella stagione. Valida per chi possiede un giardino o - comunque - uno spazio aperto in prossimità della propria abitazione, essa consente di trascorrere più tempo all'aperto perché contrasta il caldo torrido dell'estate.

Utile nel caso in cui si abbiano dei bambiini, permette a loro di svolgere attività in libertà con giochi d'acqua o di sciacquarsi velocemente dopo aver sudato. Per non parlare di quelle abitazioni residenziali presso cui sono installate delle piscine: una doccia consente di togliere i residui di crema solare prima di tuffarsi in acqua. Ma cosa è opportuno sapere prima di acquistarla? Di seguito è proposta una guida esaustiva sull'argomento. 

I tipi di doccia

- Doccia mobile: il modello adatto per chi ha poco spazio o nel caso in cui si voglia portare la doccia altrove (con sé). E' comoda perché nei mesi invernali può essere smontata, liberando lo spazio che la contiene in estate. Solitamente è dotata di un serbatoio, in cui è contenuta l’acqua che rimane calda grazie ad un sistema di pannelli di riscaldamento mediante raggi solari.

- Doccia fissa: al contrario del modello descritto precedentemente, è adatta per chi possiede un giardino di grandi dimensioni. La versione top class propone anche la "sezione lavapiedi", che consente di sciacquarsi le gambe per non sporcare la doccia durante l'ingresso. Alimentate attraverso l’impianto idrico domestico o l’irrigazione del giardino, anche queste possono riscaldare l’acqua attraverso un sistema di pannelli fotovoltaici. Tale sistema, oltre a garantire sempre acqua calda, assicura un netto risparmio in bolletta. E' opportuno ricordare, dunque, che se si sceglierà di installate questo tipo di riscaldamento, sarà opportuno costruire la doccia in una zona facilmente raggiungibile dai raggi solari

I materiali: quali scegliere

Le docce esterne - per ovvi motivi - sono esposte costantemente alle intemperie climatiche. Per ciò, è necessario scegliere i materiali adatti per contrastare il deterioramento. L’acciaio, il PVC e l’alluminio sono quelli più utilizzati perché contrastano in modo efficace l'usura nel corso del tempo. Dal punto di vista estetico - tra l'altro - donano anche una certa eleganza stilistica. Il legno - invece - è sconsigliabile perché ha bisogno di una maggiore manutenzione. 

Capacità del serbatoio

Le strutture mobili posseggono un serbatoio con volume variabile tra i 20 e i 40 litri. Meglio prendere quelle con maggiore capacità, per evitare di dover riempire il contenitore frequentemente. Infine, un altro elemento fondamentale è il soffione: i più utilizzati sono quelli con getto a pioggia. 

Prodotti online

Doccia solare da giardino 35 litri

Doccia da giardino con miscelatore

Doccia da giardino con getto a pioggia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doccia in giardino: ecco perché conviene installarla presso le case reggine

ReggioToday è in caricamento