rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Ristrutturare

Casa al mare, ecco come ristrutturare risparmiando

Di seguito è riportata una guida che sintetizza i passaggi da conoscere per tutti quei reggini che vogliono compiere dei lavori significativi presso l'abitazione: partendo dai principali incentivi fino ad arrivare ai consigli puramente tecnici

REGGIO CALABRIA - La casa al mare è una comodità che in molti residenti della provincia posseggono lungo la magnifica costa calabrese. Sarà capitato, nel corso degli anni, di avvertire la necessità di ristrutturare; magari per rinnovare il senso estetico dell'abitazione, per guadagnare spazio, o per compiere dei lavori essenziali al fine di consentire la buona tenuta dell'immobile. 

Farlo sembrerà impossibile, visti i costi importanti che - solitamente - un'operazione del genere comporta. Di seguito, però, è riportata una guida che fornisce le soluzioni adeguarde da apportare in merito. 

Le detrazioni

Per non sbagliare le singole procedure, è consigliabile affidarsi ad una ditta che svolga anche la richiesta dei permessi. E con questa osservazione non ci si riferisce solo alle procedure standard, ma a tutte quelle operazioni che possono facilitare i lavori. 

Per ristrutturare una casa al mare, infatti, è possibile usufruire di alcune agevolazioni fiscali come l'Ecobonus; questa misura - nello specifico - fa riferimento agli interventi per l'efficientamento energetico e prevede detrazioni dal 50 al 65% per le abitazioni private. Per i lavori nei condomini, invece, l'agevolazione è superiore e tocca il 75%. 

Ma non solo: altra misura e l'Ecobonus 110, utile per la riqualificazione energetica degli edifici con una detrazione pari al 110% fino al 2023. 

Il Sisma Bonus, invece, è relativo all’adeguamento dell’edificio per ridurre il rischio sismico. Le detrazioni di questa agevolazione sono diverse a seconda degli interventi da effettuare: per le spese del 2022 l’aliquota è del 50% su un importo massimo di 96mila euro per ogni edificio, una somma da ripartire in cinque quote annuali. La detrazione sale per gli interventi volti a ridurre di una o due classi il rischio sismico dell’edificio.

Ristrutturare l'esterno della casa

Le pareti delle abitazioni collocate presso località marine, spesso, con l'andare del tempo si deteriorano per la presenza della salsedine. Oltre a riverniciare l’esterno - però - devono essere ristrutturati anche gli infissi, i terrazzi, i cancelli e tutti quelle componenti che possono rovinarsi a contatto con la stessa salsedine.

L'interno

Questo tipo di strutture - solitamente - sono condizionate da una forte sensazione di umidità. La presenza della muffa - tra l'altro - non è rara; questa potrebbe anche causare dei danni alla salute degli abitanti.

L'operazione più impegnativa - però - potrebbe essere quella di rendere più efficiente l'isolamento termico della casa; non facendolo, oltre a rendere l’appartamento freddo, si favorirà un maggiore consumo energetico con costi più alti in bolletta. La soluzione è sostituire gli infissi, coibentare le pareti e il tetto, e rimuovere la muffa dai muri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa al mare, ecco come ristrutturare risparmiando

ReggioToday è in caricamento