rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Sicurezza

Insetti dannosi sulle piante: ecco i trucchi per difendere il proprio giardino

Alcuni trucchi per riconoscere il deterioramento delle piante, insieme ai consigli per intervenire

REGGIO CALABRIA - Durante l'estate, il giardino di casa può essere uno degli spazi principali da vivere presso la propria abitazione. Molte volte rappresenta il vanto di chi possiede il "classico" pollice verde. A volte, però, si incorre nel rischio che le piante presenti all'interno possano essere oggetto di un attacco da parte di insetti. Ecco quali sono quelli più pericolosi e come proteggersi. 

- Afidi: hanno una colorazione che può essere verde o nera. Attaccano principalmente le foglie, che tendono ad ingiallirsi e a cadere. La soluzione è adoperare degli ingredienti naturali per preparare alcuni insetticidi a base di infuso di aglio o cipolla che contengano azadiractina.

- Mosche bianche: prendono il nome dal loro colore e si contraddistinguono le ampie ali. Presenti soprattutto  su ortaggi come pomodori e melanzane, causano alla pianta gli stessi sintomi delle Afidi. Anche in questo caso si devono usare prodotti a base di azadiractina presente anche nell’olio di soia.

- Cimici: riconoscibili anche per l’odore, attaccano le foglie e i frutti, che arrivano a presentare tanti puntini gialli. Difficili da eliminare, possono essere debellati con insetticidi naturali a base di ortica, aglio, nicotina. Meglio spruzzarli sulle piante la mattina presto, quando le cimici sono poco attive.

- Acari: tra i più temuti, sono simili a dei piccolissimi ragni di colore rosso o marrone. Per prevenite il loro proliferare meglio concimare e innaffiare le piante. Per eliminarli basta diluire in mezzo litro d’acqua, due cucchiai di peperoncino di cayenna e qualche goccia di sapone di Marsiglia.

- Cocciniglia: nemico delle piante ornamentali, grasse, da appartamento, da giardino e alberi da frutto. Nel caso della cocciniglia cotonosa, può essere individuata facilmente perché crea una colorazione biancastra sulle foglie. Per liberare la pianta da questo insetto, i metodi più utilizzati sono l’olio bianco oppure i preparati a base di oli essenziali come quello di tè. Questi vanno inseriti direttamente sulle foglie. 

- Lepidotteri: sono larve di farfalle depositate sotto le foglie o i fusti, che causano il deperimento delle piante. Per eliminarli è bene togliere le larve manualmente, usare insetti antagonisti come batteri o ricorrere ad insetticidi biologici come l’olio di neem.

- Lumache: tendono a mangiare ortaggi come insalata, spinaci, broccoli, bietola e molti altri ancora; inoltre rilasciano escrementi e uova, che possono essere rimossi tranquillamente lavando le verdure, ma che sono esteticamente fastidiose. Per porre dimedio è possibile realizzare un composto a base di cenere e fondi di caffè.

- Formiche: Tipiche del periodo estivo, se le piante si trovano vicino a un formicaio, le radici verranno erose dalle formiche. Con un composto formato da acqua e sapone di Marsiglia spruzzato direttamente sulle piante, è possibile eliminare sia le formiche che gli eventuali afidi.

Fiorai a Reggio Calabria

- L'Oasi del fiore, Viale Calabria

- Fiori Raffa, Viale Amendola

- Flor de Lis, Via Cardinale Gennaro Portanova

- Green Style, Via Giuseppe Battaglia

- Il giardino della casa del sole, Via Antonio Cimino

Prodotti per eliminare gli insetti dalle piante

Olio di neem

Piretro

Insetticida a base di ortica

Olio di Neem Spray

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insetti dannosi sulle piante: ecco i trucchi per difendere il proprio giardino

ReggioToday è in caricamento