Cronaca

Falcomatà incontra il presidente De Metrio: "L'aeroporto deve essere risollevato"

L'incontro segue di appena ventiquattro ore il lancio della prima task force dedicata al Tito Minniti. L'organismo si insedierà nei prossimi giorni

La pista del Tito Minniti

Questa mattina Palazzo Alvaro, sede della Città metropolitana di Reggio Calabria, ha ospitato l'annunciato incontro tra il sindaco Giuseppe Falcomatà ed il presidente di Sacal, società di gestione degli aeroporti calabresi, Giulio De Metrio.

L'incontro segue di appena ventiquattro ore il lancio della prima task force dedicata all'aeroporto dello Stretto Tito Minniti. Un organismo, fortemente voluto dal primo cittadino, che si insedierà nei prossimi giorni ed all'interno del quale convergeranno, a titolo gratuito, gli attori istituzionali coinvolti attorno al bacino d'utenza dello scalo, affiancati da una serie di esperti qualificati con l'obiettivo di varare e poi vagliare un piano complessivo per il rilancio dell'aeroporto.

L'incontro tra il sindaco Falcomatà e il presidente De Metrio è servito dunque a fare il punto sulle prospettive di sviluppo dell'infrastruttura aeroportuale e sul programma che la Sacal, di concerto con gli enti operanti sul territorio, sta predisponendo per l'implementazione delle infrastrutture materiali ed immateriali a servizio dell'aeroporto dello Stretto.

Al termine della riunione il sindaco si è detto molto soddisfatto del confronto avviato con il presidente De Metrio. "Un incontro molto positivo - ha commentato Falcomatà - all'insegna del dialogo, della sinergia e della collaborazione istituzionale".

"Abbiamo detto chiaramente che l'aeroporto dello Stretto deve essere risollevato e sviluppato, in un'ottica che non lo vede contrapposto, né in alcun modo in competizione, con l'aeroporto di Lamezia Terme. Al contrario - ha aggiunto Falcomatà - il Tito Minniti può rappresentare un decisivo valore aggiunto per il sistema degli aeroporti calabresi, diventando concretamente aeroporto dello Stretto ed aumentando in questo modo il bacino di utilizzo attraendo l'utenza della dirimpettaia Città metropolitana di Messina e della Sicilia orientale".

"Un obiettivo - ha spiegato ancora il sindaco - che è possibile raggiungere solo attraverso un programma serio di sviluppo che guarda all'aerea dello Stretto come alveo naturale da valorizzare in termini di collegamenti e di infrastrutture, anche prevedendo una presenza all'interno dell'organigramma di Sacal da parte della Città Metropolitana di Reggio Calabria".

"Su questi obiettivi condivisi con il presidente De Metrio - ha concluso Falcomatà - ci confronteremo già nei prossimi giorni, portando la discussione anche all'interno della nuova task force che sarà istituita e che, sono certo, porterà un decisivo contributo di elaborazione al programma di rilancio dello scalo reggino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falcomatà incontra il presidente De Metrio: "L'aeroporto deve essere risollevato"

ReggioToday è in caricamento