I responsabili dell'omicidio del giovane Salvatore Pangallo si sono costituiti

Si tratta di Santoro e Pietro Favasuli, di 62 e 23 anni, sono padre e figlio, le indagini della Procura di Locri e dei carabinieri di Bianco proseguono per ricostruire i contorni del fatto di sangue

Gli esecutori si sono costituiti

Presi i responsabili dell'omicidio di Salvatore Pangallo, avvenuto lunedì scorso nelle campagne di Bianco. Il padre Costantino è stato ferito. I responsabili, padre e figlio, si sono costituiti al termine di serrate ricerche condotte dai carabinieri sotto il coordinamento della Procura di Locri. Si tratta di Santoro e Pietro Favasuli, di 62 e 23 anni.

L’inchiesta è coordinata dal procuratore di Locri Luigi D’Alessio e dal pm di turno Michele Permunian. A mettere gli investigatori sulla pista giusta è stato il padre di Salvatore Pangallo che, rimasto ferito, aveva riconosciuto gli aggressori ed aveva fornito una prima ricostruzione dei fatti agli inquirenti che lo avevano interrogato nelle ore successive al fatto di sangue consumatosi nelle campagne di Bianco. Proseguono le indagini per definire l'esatta dinamica dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

  • Uomo si barrica in casa, i Carabinieri lo stanano e lo portano in ospedale

  • Uomo con gravi problemi di salute tratto in salvo grazie ai Vigili del fuoco

Torna su
ReggioToday è in caricamento