rotate-mobile
La vertenza / San Gregorio

Alival Lactalis, lunedì si riunirà il tavolo tecnico in prefettura

Arriva l'attesa convocazione dei rappresentanti istituzionali e gli imprenditori per tentare il tutto per tutto e salvare i 79 dipendenti del caseificio

È arrivata l'attesa convocazione del tavolo tecnico interistituzionale per la vertenza Alival Lactalis. Il prefetto Massimo Mariani ha fissato la riunione per il prossimo lunedì 30 gennaio, indirizzando l'invito alle parti interessate: la vicepresidente della giunta regionale Giusi Princi, l'assessore regionale al lavoro Giovanni Calabrese; i sindaci facenti funzioni metropolitano e del Comune di Reggio; i presidenti di Camera di commercio e Confindustria reggini; i dirigenti generali dei dipartimenti regionali sviluppo economico e attrattori culturali, lavoro e welfare e agricolture e risorse agroalimentari; oltre ai segretari provinciali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil e una rappresentanza dell'azienda che fa parte della multinazionale Lactalis. 

L'incontro si svolgerà nel palazzo del governo cittadino alle ore 17.30. Un appuntamento cruciale e sollecitato anche formalmente, attraverso una recente pec, dai sindacalisti che hanno preso le redini della vertenza attorno alla chiusura dello stabilimento caseario di San Gregorio e la perdita del posto di lavoro per 79 dipendenti alla data del prossimo 31 marzo. 

Leggermente fuori tempo, poiché prima del tavolo locale i segretari delle tre sigle sono stati convocati dall'azienda (il 27 gennaio) a Milano per la definizione dell'ultima fase del piano sociale, in dirittura d'arrivo, e oggi i lavoratori terranno una loro assemblea insieme ai rappresentanti sindacali per prepararsi al confronto con Lactalis e concordare le richieste di soluzione della crisi. Ma meglio tardi che mai così il 30 le associazioni di categoria e le istituzioni torneranno a ragionare sulle opzioni per salvare il sito industriale (ipotesi remota) o scongiurare la perdita del lavoro per i dipendenti. 

Cosa era emerso dalla prima riunione del tavolo

Quella di lunedì 30 sarà la seconda riunione del tavolo tecnico in prefettura dopo l'insediamento. In quell'occasione, in un clima disteso e collaborativo ma di grande concentrazione, era emersa la volontà di fare il possibile per salvare il sito produttivo, ma l'oggettiva difficoltà dell'obiettivo, perché pur in presenza di aziende interessate, mancano le condizioni perché qualcuno degli imprenditori del territorio possa rilevare lo stabilimento. Maggiore ottimismo c'è invece sulla possibilità di salvare i livelli occupazionali a rischio, con una mediazione degli enti anche attraverso misure agevolate previste ad hoc. Da allora nella situazione c'è stata una novità spiacevole, l'interruzione della produzione dello stabilimento, e lunedì i partecipanti al tavolo si ritrovano a fronteggiare il culmine della crisi, nella consapevolezza che il tempo è poco e bisogna agire con urgenza ed efficacia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alival Lactalis, lunedì si riunirà il tavolo tecnico in prefettura

ReggioToday è in caricamento