rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Lavoro

Alival, la società apre al confronto sui dipendenti a rischio

A pochi giorni dal tavolo interistituzionale in prefettura, l'azienda comunica un aggiornamento del piano per limitare le ricadute occupazionali delle chiusure

Sulla vertenza Alival i giochi forse non sono chiusi. Nella decisione sinora irrevocabile dell'azienda del gruppo Nuova Castelli-Lactalis di interrompere le attività di alcuni siti produttivi, tra cui quello di San Gregorio, potrebbe ora cambiare qualcosa. 

Unione Italiana Food ha infatti informato le Rsu degli stabilimenti di Reggio e Ponte Buggianese (Pistoia), oltre che i sindacati di categoria Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Ugl Agroalimentare, le Regioni Calabria e Toscana e il Ministero del Lavoro, che il 21 novembre a Milano si terrà un incontro durante il quale la società illustrerà l’aggiornamento del piano per limitare le ricadute occupazionali ed economiche derivanti dalla chiusura delle due sedi di produzione.

La riunione è stata fissata in accordo con le organizzazioni sindacali seguito degli incontri tenutisi con le istituzioni territoriali competenti. Un'apertura incoraggiante perché nello stabilimento di San Gregorio la maggior parte dei 79 dipendenti non ha accettato l'opzione del trasferimento in altro sito (al Nord, molto lontano dalla propria vita ormai radicata a Reggio) e dal 31 marzo al momento per loro la prospettiva è di perdere il lavoro. Alival potrebbe adesso fare altre proposte per mantenere i livelli occupazionali o smorzare le conseguenze della chiusura.

Intanto a livello locale continua la concertazione per individuare un imprenditore interessato a investire sul sito di San Gregorio o in alternativa a rioccupare in altro settore i dipendenti a rischio. Il 18 novembre i rappresentanti sindacali parteciperanno in prefettura all'apertura del tavolo interistituzionale con la presenza della Regione, gli amministratori comunali, Confindustria  e Camera di Commercio, per una riunione esplorativa su quali siano le aziende favorevoli a rilevare l'attività del caseificio e a quali condizioni, atteso che già esistono interessi sul territorio.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alival, la società apre al confronto sui dipendenti a rischio

ReggioToday è in caricamento