rotate-mobile
La cerimonia a Reggio Calabria

La Capitaneria festeggia 157 anni: consegnate 6 medaglie al merito

La cerimonia a Reggio. L'intervento del direttore marittimo di Calabria e Basilicata tirrenica, il comandante di vascello Giuseppe Sciarrone. I nomi degli insigniti con la medaglia Mauriziana

Il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia costiera celebra oggi il 157esimo anniversario della sua costituzione, avvenuta il 20 luglio 1865 con la firma da parte del Re Vittorio Emanuele II del Decreto 2438 istitutivo del corpo delle Capitanerie di porto, frutto della fusione dei preesistenti corpi di Stato maggiore dei porti e dei consoli di Marina.

Per celebrare la ricorrenza, questa mattina, presso la sede della direzione marittima di Reggio Calabria, alla presenza delle autorità, militari, civili e religiose locali si è svolta la cerimonia della benedizione e deposizione di una corona d’alloro in onore ai caduti seguita dall’alza bandiera con la consegna delle benemerenze ai militari insigniti della medaglia mauriziana.

La Capitaneria di porto - Guardia costiera celebra il 157° anniversario: le foto della cerimonia

Nel corso del cerimoniale, il direttore marittimo di Calabria e Basilicata tirrenica, il comandante di vascello Giuseppe Sciarrone, dopo aver ringraziato le autorità presenti, ha riportato al personale il messaggio del comandante generale, ammiraglio ispettore capo Nicola Carlone, che nel sottolineare che la Guardia costiera italiana è oggi una realtà che eccelle per efficienza e professionalità, ha voluto elogiare il proprio personale che continua quotidianamente a indirizzare il proprio impegno nella giusta rotta.

"Tra le nostre priorità c’è quella di continuare a garantirvi la migliore formazione, gli strumenti e le condizioni per svolgere al meglio il nostro prezioso lavoro al servizio degli altri, sempre. Il mondo cambia rapidamente, e noi dovremo farci trovare pronti. Solo così potremo affrontare le sfide del futuro. Sono molto orgoglioso per quello che fate e per come lo fate! Da parte mia, sono fiero di essere il vostro 40° comandante generale, e vi ringrazio dei sacrifici che fate quotidianamente. Oggi e domani il nostro obiettivo sarà quello di continuare a crescere insieme, e con noi far crescere le Capitanerie di porto – guardia costiera, al servizio del paese marittimo, l’Italia".

"II nostro bilancio di attività come guardia costiera e direzione marittima della Calabria - ha detto Sciarrone all'agenzia Dire - lo voglio condividere con tutte le forze dell'ordine calabresi con le quali lavoriamo in stretta sinergia, dalla polizia alla guardia di finanza con la quale collaboriamo per molte operazioni in mare di salvataggio dei migranti e con i carabinieri per quanto riguarda il settore della tutela ambientale. Questo è stato possibile grazie alla guida delle procure della Repubblica, delle prefetture, in particolare a Reggio Calabria con il prefetto Massimo Mariani per il sostegno costante, soprattutto, al porto di Roccella Jonica".

E ancora: "Fare servizio - ha concluso il direttore marittimo - significa dedicare la propria esistenza agli altri. Il nostro personale, e quindi l'elemento umano sono le nostre risorse più importanti insieme ai mezzi che utilizziamo. Nel 2021 sono state salvate oltre 22 mila persone, di cui 7 mila assistite dalla nostra direzione marittima. Lo dico con orgoglio". 

Nel corso della cerimonia sono state consegnate sei medaglie Mauriziana per i 50 anni di carriera militare. Il riconoscimento è assegnato dalla Presidenza della Repubblica agli ufficiali e sottufficiali delle forze armate, su proposta del ministro della Difesa, di concerto con il ministro dell'Economia e delle Finanze. 

Ecco l'elenco degli insigniti:

  • Capitano di vascello Vittorio Aloi, capo del Compartimento marittimo di Crotone
  • Capitano di fregata Andrea Zanghì, capo ufficio Direzione marittima
  • Capitano di fregata Giuseppe Barretta, capo servizio operazioni della Direzione marittima di Reggio Calabria
  • 1° lgt Davide Barbieri, capo sezione controllo di gestione e infrastrutture della Direzione marittima di Reggio Calabria
  • 1° lgt Giovanni Sorrenti, capo sezione gestione risorse umane della Capitaneria di porto di Reggio Calabria
  • Lgt Raffaele Piria, capo sezione armamento e spedizioni della Capitaneria di porto di Reggio Calabria

La storia della Capitaneria

Un viaggio iniziato il 20 luglio 1865 con la firma da parte di Vittorio Emanuele II di un Regio decreto che ha sancito l’istituzione del Corpo, per affidare ad un’unica amministrazione la disciplina delle attività della navigazione e dei porti. Si fusero dunque le capacità professionali dello Stato Maggiore dei porti e quelle dei consoli di marina: Corpo Militare il primo, con attribuzioni di carattere essenzialmente tecnico; civile il secondo, con competenze principalmente amministrative.

Anche alla luce dello straordinario contributo apportato dal personale delle Capitanerie durante la grande guerra, il corpo venne dapprima militarizzato, poi riordinato nel 1919 come corpo militare, infine – nel 1923 – incluso tra i corpi della Marina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Capitaneria festeggia 157 anni: consegnate 6 medaglie al merito

ReggioToday è in caricamento