Una gigantografia per onorare la memoria dei vigili del fuoco Nino, Matteo e Marco

Cerimonia al comando provinciale a un anno dal terribile attentato di Quargnento, in provincia di Alessandria, in cui persero la vita tre vigili del fuoco, tra questi il reggino Candido

La gigantografia sulla facciata del comando provinciale

A un anno di distanza dal terribile attentato di Quargnento, in provincia di Alessandria, che ha visto la morte di tre vigili del Fuoco, appartenenti al comando di quella provincia, Matteo Guastaldo, Marco Trinches e Antonino Candido, il comando di Reggio Calabria ha onorato la memoria dei tre vigili con una sobria cerimonia ospitata al comando provinciale e una messa celebrata presso la chiesa dell’Itria, celebrata dal cappellano dei vigili del fuoco, don Pasqualino Catanese.

I vigili del fuoco hanno concluso la giornata del ricordo ponendo un fascio di fiori ed esponendo sulla facciata principale del comando una gigantografia che raffigura i tre vigili del fuoco scomparsi nel compimento del loro dovere.

La giornata ha avuto inizio a palazzo Campanella, dove il Consiglio Regionale, alla presenza delle autorità civili e militari, ha ricordato i tre vigili manifestando la propria vicinanza ai familiari di Nino Candido, il vigile originario di Reggio Calabria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Le menti del "Farmabusiness" avevano puntato anche la Città dello Stretto

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

  • Uomo si barrica in casa, i Carabinieri lo stanano e lo portano in ospedale

Torna su
ReggioToday è in caricamento