rotate-mobile
L'intervento

Mancuso sulla norma che regolamenta il gioco d'azzardo: "Legge organica, equa e necessaria"

Il presidente del Consiglio regionale dopo l'approvazione dell'aula ringrazia il presidente di commissione Luciana De Francesco e l'arcivescovo Fortunato Morrone

“Con l'approvazione del testo di legge che regolamenta il gioco d'azzardo, in linea con la legislazione nazionale e le normative delle altre Regioni e interrompendo la deplorevole prassi delle proroghe, abbiamo consegnato alla Calabria una legge organica, equa e necessaria”. A parlare è Filippo Mancuso, presiedete del Consiglio regionale.

“Voglio ringraziare, per il prezioso contributo fornito - prosegue Mancuso - tutti i soggetti che, avendo voce in capitolo, sono stati auditi nella Commissione permanente coordinata dalla presidente Luciana De Francesco. Voglio ringraziare, altresì, monsignor Fortunato Morrone, arcivescovo di Reggio Calabria-Bova e presidente della Conferenza episcopale Calabria per la disponibilità al confronto”.

“Possiamo sostenere, a conclusione di un iter alquanto travagliato - conclude il presidente del Consiglio regionale calabrese - e sul presupposto che la salute, la libertà delle persone e la lotta alle dipendenze sono una sfida per tutta la comunità e non hanno colore politico, che è stato trovato il giusto equilibrio su una normativa che contempera tutti gli interessi in campo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancuso sulla norma che regolamenta il gioco d'azzardo: "Legge organica, equa e necessaria"

ReggioToday è in caricamento