rotate-mobile
Ilnuo

Nasce Archeoclub "Area Integrata dello Stretto": i nomi del consiglio

A presiedere la nuova sede locale del club è stata chiamata Rosanna Trovato, vice presidente è Francesca Crea. Il sodalizio conta su numerose e variegate professionalistà attive fra Messina e Reggio Calabria

Trentatré soci fondatori della sponda sicula e di quella calabra hanno dato vita nei giorni scorsi, sotto l'egida della sede nazionale, a una nuova sezione di Archeoclub Italia, denominata "Area Integrata dello Stretto".

La nuova sede locale segue le iniziative già avviate da tempo e che di fatto stanno portando, step dopo step, alla definizione di un nuovo bacino territoriale che è appunto quello dello Stretto, e conta su numerose e variegate professionalistà attive fra Messina e Reggio Calabria, due città metropolitane separate da un breve tratto di mare, ma di fatto da sempre coinvolte in una comune koinè culturale.

"Finalità primaria dell"associazione - spiega una nota - è la promozione tra i cittadini dell'interesse per la tutela dei beni archeologici, storico-architettonici, culturali, paesaggistici e naturalistici. A presiedere la nuova sede locale di Archeoclub è stata chiamata Rosanna Trovato, che è anche presidente del collegio probiviri nazionale dello stesso sodalizio.

"Archeoclub - commenta Rosanna Trovato - vuole unire le sponde di due diverse regioni, due mari e due città, Messina e Reggio Calabria, che non sono né Sicilia né Calabria ma un’unica identità. Lo Stretto come unico spazio, lo Scill’cariddi, come un’unica identità, citata da Stefano D’Arrigo nel suo romanzo fiume, Horcynus Orca (1975), un ecosistema che in virtù di confluenze, interferenze, ma anche di eventi catastrofici, costituisce un unicum di cui non esiste uguale in altra parte del mondo. Miti e leggende, storia e presente hanno qui un genius loci caleidoscopio e con questa iniziativa cerchiamo di trovare il punto di osservazione più ampio, perché è solo dallo Stretto che puoi percepire la realtà, quella realtà che non puoi cogliere guardando solo da una sponda o dall’altra".

Ecco i componenti del consiglio direttivo

Vice presidente Francesca Crea, segretario Maria Cristina Provenzano, tesoriere Giuseppe Muritano, presidente del Collegio dei probiviri Natale Carbone, vice presidente Rosa Maria Lucifora. Consiglieri: Antonio Lamari, Daniele Macris, Antonio Pugliese. Completano il collegio probiviri, Livia Gerace, Giuseppe Pernice e Pasquale Giurleo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Archeoclub "Area Integrata dello Stretto": i nomi del consiglio

ReggioToday è in caricamento