Lotta all'abusivismo, controlli sul litorale di Archi: sequestrati 40 manufatti e 26 verricelli

Azione congiunta di capitaneria di porto, polizia di Stato e municipale. Sigilli alle opere abusive e denunciate due persone all’autorità giudiziaria

Le opere sequestrate

Lotta all'abusivismo a tutela dell’ambiente e dell’integrità delle nostre coste. Sul litorale in località Archi, contrada Armacà, militari della capitaneria di porto, agenti della polizia di Stato e della municipale, in attività congiunta, hanno accertato,  un’attività di alaggio e varo di unità da pesca di tipo non professionale e abusiva. Sul pubblico demanio marittimo, a circa una decina di metri dalla battigia, è stata verificata la presenza di 40 manufatti e 26 verricelli. 

I militari hanno posto i sigilli alle opere e denunciato due persone all’autorità giudiziaria per violazione della normativa posta a tutela del demanio marittimo e paesaggistico e del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia.

L’occupazione abusiva, di opere di non facile rimozione ha interessato un tratto di costa di circa 1.000 metri quadri, e oltre a costituire impedimento alla libera fruizione del bene da parte dei cittadini, ha determinato un deturpamento dell’ambiente e del paesaggio, considerato che sull’area insiste anche un vincolo paesaggistico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento