Arghillà nord, minaccia e ferisce la compagna con le forbici: 49enne arrestato dalla polizia

Provvidenziale l'intervento delle volanti, gestito con il protocollo Eva. La donna, ferita al polso, è stata trasportata al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

Amori malati, ossessivi. Rapporti che degenerano nell'ennesimo caso di maltrattamenti familiari. Un uomo di 49 anni è stato arrestato dagli agenti della polizia nel quartiere di Arghillà Nord, per violenza privata e lesioni personali nei confronti della sua convivente di 55 anni.

I poliziotti sono intervenuti dopo una segnalazione giunta al 113 da una donna, di nazionalità rumena, che chiedeva aiuto. Il compagno dopo averla aggredita, le aveva procurato una ferita al polso con un paio di forbici e le impediva di lasciare l’appartamento.

Immediata l'azione delle volanti che raggiunto in poco tempo il quartiere a nord di Reggio Calabria, hanno constatato le minacce di morte che l’uomo rivolgeva alla donna per farla smettere di urlare e di chiedere aiuto. Senza perdere tempo gli agenti hanno inziato una fase di mediazione per convincere l’uomo ad aprire la porta di casa, consentendo così alla vittima di raggiungere le scale e ottenere il soccorso sanitario dal personale del 118. L’aggressore è stato bloccato e l'arresto convalidato da Filippo Aragona, gip presso il tribunale di Reggio Calabria, che ravvisandone i presupposti, ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

Nell’appartamento gli agenti della scientifica hanno rinvenuto e sequestrato le forbici usate per minacciare e poi colpire la donna, che trasportata presso il pronto soccorso del Grande Ospedale Metropolitano, dopo essere stata medicata, è stata dimessa con una prognosi di 5 giorni. 

"L’intervento - si legge in una nota della Questura reggina - è stato interamente gestito con il protocollo Eva (Esame delle violenze agite), la procedura che consente agli equipaggi della polizia, chiamati dalle sale operative per interventi in casi di violenza domestica e di genere, di conoscere gli eventuali episodi di violenza pregressi verificatasi nel medesimo contesto familiare in cui intervengono".

L’ennesimo risultato ottenuto dalle volanti sottolinea la massima attenzione che il questore della provincia di Reggio Calabria, Maurizio Vallone, ha rivolto al contrasto del fenomeno della violenza di genere, elaborando strategie di intervento sempre più immediate ed incisive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attimi di panico sul volo Roma-Tel Aviv, medico reggino salva la vita a una donna

  • Nuovo lutto al comando dei vigili del fuoco di Reggio, è morto il coordinatore Latella

  • Mercatini di Natale: il Comune prova a mettere una 'pezza', il Comitato risponde 'picche'

  • Finti incidenti e truffe seriali alle assicurazioni: due avvocati a capo dell'organizzazione

  • "Oggi e sempre Viva Maria": da 58 anni grida con i fratelli di stanga il suo amore alla Patrona

  • L'albero dell'Ail davanti alla Pinacoteca: posizionato dai vigili del fuoco

Torna su
ReggioToday è in caricamento