rotate-mobile
Cronaca Locri

Nel garage un arsenale e articoli sulla 'ndrangheta: un arresto

In manette un 31enne di Locri ma originario di Caulonia e residente a Torino, nel box anche 53 chili di hashish e circa 1 chilo di marijuana

Da fuori sembrava solo un anonimo box auto di corso Traiano. Invece quello che hanno trovato al suo interno gli agenti della squadra mobile di Torino, sotto la guida di Luigi Mitola, è decisamente singolare: tante armi da formare un vero e proprio arsenale.

Oltre a fucili semiautomatici, revolver e due granate, c'erano anche 53 chili di hashish e circa 1 chilo di marijuana, accompagnati dai bilancini per la grammatura delle dosi da destinare allo spaccio. In tutto, si tratta di una quantità di droga tale da garantire un guadagno di circa 200.000 euro.

A dispetto delle aspettative però, nel box non sono stati trovati contanti, ma diverse copie di quotidiani locali calabresi con articoli dedicati a fatti di sangue avvenuti per mano della 'ndrangheta, anche se piuttosto risalenti nel tempo. Forse un feticcio, ma che fa pensare a un collegamento con gli affari condotti dalla mafia calabrese in Piemonte.

Al momento, l'unico arrestato è un cittadino di 31 anni nato proprio a Locri, in provincia di Reggio Calabria, e finora incensurato. Per lui ora le accuse sono detenzione illegale di armi e traffico di droga.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel garage un arsenale e articoli sulla 'ndrangheta: un arresto

ReggioToday è in caricamento